Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Alla scoperta del famoso Salar de Uyuni

Durante il tuo tour in Bolivia dovrai assolutamente andare nel sud del paese per scoprire il mitico e sublime Salar d’Uyuni. Prima di affrontare alcuni giorni di spedizione, passerai una piccola avventura con la scelta dell'agenzia che ti accompagnerà.

Scegliere l'agenzia

Arrivando a Uyuni, durante il tuo tour in Bolivia, dovrai prima di tutto trovare un'agenzia che ti accompagnerà alla scoperta delle meraviglie del Salar de Uyuni. Ti renderai subito conto che questa prima tappa non sarà cosa di poco conto. Qui ci sono un centinaio di agenzie. Propongono tutte lo stesso giro e più o meno le stesse tariffe. Il problema è che la maggior parte non brilla per serietà. Solo una decina di esse è veramente affidabile. È impossibile fare il giro di tutte per fare un confronto. L'ideale è chiedere ai turisti se sono contenti o meno del loro giro. Ci sono eserciti di delusi. Può succedere di tutto, dai percorsi che cambiano durante la gita e non sono rispettati, i conducenti restii a guidare su lunghe distanze o che hanno bevuto troppo, i veicoli in cattivo stato o gli alloggi che non sono stati prenotati. Qui, più che in qualunque altro posto, nella scelta dell'agenzia devi essere molto attento, puntiglioso ed esigente.

La Laguna Colorada

Si parte per l'avventura

La prima tappa è a pochi chilometri dalla città, dove ti fermerai al cimitero dei treni. Nel bel mezzo di questo posto sperduto ci sono carcasse arrugginite che sembrano aspettare non si sa cosa. Sembrano misurare il tempo che scorre all'infinito. O forse aspettano i fantasmi dei lavoratori dei tempi andati? Con il deserto come unico orizzonte, il quadro sembra irreale, un po' come se il tempo fosse sospeso.

Più oltre ancora, Colchani è un villaggio piantato qui come sperduto in questa incredibile desolazione. L'unico modo per sopravvivere qui è lavorare il sale. In una delle case di questo paesino imparerai come si confeziona l'oro bianco. Dapprima seccato su una piastra sopra il fuoco, i grossi grani sono macinati e poi insacchettati. Il tutto è fatto a mano. È un lavoro duro, penoso e molto visibilmente pagato miseramente.

Di nuovo in cammino e presto la pista polverosa lascia il posto all'immensità del deserto bianco. A 3650 metri d'altitudine, si estende su 12.500 km². La distesa è talmente immensa che non distinguerai nemmeno l'orizzonte. Il bianco splendente sembra confondersi con il blu chiaro del cielo. Sulla superficie il sale si frantuma in placche di diverse forme. È un paesaggio stupefacente. Avrai difficoltà a capire dove ti trovi. Sui resti di una mare prosciugato? Su una gigantesca pista da sci? Sulla banchisa?

In mezzo a questo vuoto totale si eleva l'isola Inca Huasi. Si tratta in realtà di una specie di monte vulcanico coperto da grandi cactus. In cima potrai strizzare gli occhi come vuoi di fronte al vento freddo e potente, niente… Niente altro che questo deserto di sale che parte all'orizzonte fino a raggiungere il cielo.

Dopo la prima notte in un albergo di sale, il mattino seguente partirai per il deserto di Siloli con il suo emblematico albero di pietra.

L'arrivo di fronte alla laguna colorata è un momento magico e indescrivibile. La laguna è circondata da alti vulcani, ma la cosa più irreale è quest'acqua di colore rosso sangue. È splendida. A completare un quadro già incredibile ci sono migliaia di fenicotteri rosa con le zampe nell'acqua, a nutrirsi di alghe microscopiche che danno questo favoloso colore alla laguna.

Prima di tornare a Uyuni, l'ultima giornata sarà dedicata alle visite della Laguna Verde, del deserto di Dalí, del Salar de Chalviri e dei geyser Sol de Mañana.

David Debrincat
537 contributi
Aggiornato il 4 dicembre 2015
Expérience ajoutée !
Vous pouvez ajouter d'autres expériences à votre projet avant de le transmettre à une agence locale
Voir mon projet de voyage