Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Oggi, il Cile è in pieno cambiamento

Il Cile è un Paese di contrasti, per quanto riguarda la natura, la ripartizione delle ricchezze e ancora il clima. Il Paese è recentemente tornato alla democrazia dopo gli anni della dittatura del generale Pinochet. Ecco tutto ciò che devi sapere prima di prendere in considerazione un viaggio in Cile.

Manifestazione in sostegno dei Mapuche

Sfide della Presidente

Nel 2014 Michelle Bachelet è stata eletta, per la seconda volta, Presidente del Cile con una significativa maggioranza, nonostante il tasso di astensione sia rimasto elevato. Il primo Presidente donna, eletto in America del Sud a suffragio universale, ha riportato al potere un partito di sinistra dopo quattro anni di governo della destra. Dovrà così affrontare numerose sfide e la politica attraverso la quale il suo Governo si occuperà di tali questioni sarà determinante per il futuro del Paese.

Sfide del Governo

Il Cile è uno dei sette Paesi al mondo che proibisce totalmente l'aborto. Tuttavia, nel 2015, la Presidente Bachelet ha presentato una nuova proposta di legge per depenalizzare l'aborto in tre casi: pericolo di vita per la madre, malformazione del feto e violenza sessuale. Era una delle promesse della sua campagna elettorale.

Al contrario, una questione che intacca sempre più l'immagine della Presidente è l'istruzione. Ereditato dal regime di Pinochet, il sistema educativo è costantemente criticato in particolar modo per i costi esorbitanti delle tasse scolastiche. Dal 2006 (data della prima elezione di Michelle Bachelet), sono iniziate manifestazioni studentesche senza fine e si sono persino amplificate, fino a influenzare l'opinione pubblica e la Camera dei Deputati, nel 2011. Persino i genitori degli studenti hanno iniziato a scendere in strada. Il Ministro dell'Istruzione, Nicolas Eyzaguirre, deve proporre un progetto per consentire da qui al 2020 il raggiungimento dell'istruzione gratuita.

In tempi recenti, l'immagine e la popolarità della Presidente sono state fortemente danneggiate da uno scandalo riguardante suo figlio. É coinvolto in un affare da oltre 10 milioni di dollari, riguardante l'azienda di proprietà della moglie. Di conseguenza, ha dovuto rinunciare al suo ruolo pubblico e politico. In seguito a questa notizia che ha suscitato sentite reazioni nel Paese, Michelle Bachelet ha creato, il 10 marzo, un comitato anticorruzione che avrà come obiettivi garantire la trasparenza e proporre un piano per separare gli affari dalla politica.

Un futuro incerto

Per il futuro, il Fondo Monetario Internazionale ha previsto un rallentamento della crescita del Paese, in quanto in Cile sono diminuiti i consumi delle famiglie nel 2014. La buona notizia è che il Paese si caratterizza per un basso tasso di disoccupazione (intorno al 6%) e richiama le persone in cerca di impiego.

Inoltre, le sorti del delicato conflitto con i Mapuche (prima tribù autoctona del Paese) nella regione dell'Araucanía restano incerte. Da alcuni anni, la regione è teatro di violenze (e a volte di morti tra i manifestanti) tra Cileni e Mapuche, i quali reclamano la restituzione delle loro terre.

Tuttavia, niente di tutto ciò coinvolge i viaggiatori e visitare il Cile è un'esperienza formidabile!

Marie Foucaut
67 contributi
Aggiornato il 29 ottobre 2015