Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Petra, sulle tracce di Indiana Jones

Accompagnato dal suono degli zoccoli dei cavalli che risuonano sul pavé, entra nel Siq, stretta e sinuosa porta d'ingresso della città antica.

Prima mattinata a Petra: dal Siq all'Alto Luogo dei sacrifici 

Un consiglio per percorrere il Siq: prenditi il tempo necessario, non avere fretta come altri visitatori, lo scoprirai decisamente meglio. Osserva le variazioni dei colori della terra, gli antichi rivoli incisi nella roccia, cerca di scovare l'antica incisione di una carovana di dromedari sulla roccia slavata dal tempo. E poi, dopo una curva, appare il Tesoro, il monumento più conosciuto di Petra. Il sole invia i suoi primi raggi sulla sua facciata ellenica. La vista è incredibile, preludio di altre meraviglie che scoprirai durante il tuo viaggio Petra.

Continua il cammino e passa davanti alla strada delle facciate. Gira a sinistra per salire i gradini che portano all'Alto Luogo dei sacrifici. Ti aspetta una salita dura, ma la ricompensa sarà all'altezza dello sforzo, i due obelischi segnano il terreno come dei totem. Prenditi il tempo di osservare la vita che si muove ai tuoi piedi e continua la passeggiata seguendo il terreno che scende verso il centro della città vecchia. Passerai davanti alla fontana dei leoni e davanti al tempio del giardino. Il sentiero regala una vista superba sui templi in basso. Continua il tuo percorso verso la tomba del soldato, esplorala, osserva dietro di te il triclinio dove avevano luogo i banchetti funebri. Continua il cammino per andare a goderti un pranzo ben meritato all'ombra dei grandi alberi, vicino all'antico palazzo. 

Da Al Habis alle tombe reali 

Nel pomeriggio, sali a Al Habis, dove potrai vedere le rovine di un antico forte crociato. Lungo il cammino passerai davanti all'abitazione di uno degli ultimi abitanti di Petra. In cima, la vista sulla città è magnifica. Una cosa: osserva il tramonto che tinge di tutte le sfumature del rosa, del rosso e dell'arancio i grandi sepolcri reali in lontananza. Prima che il sola tramonti completamente, torna all'ingresso per ammirare da vicino questi grandi sepolcri. Non perdere la tomba della seta, la cui facciata è venata di rosa, di bianco e di arancio. Passa poi la serata a Wadi Musa approfittando della frescura orientale, senza dimenticare di passare un'ora o due in un hammam che rilasserà i piedi stanchi dopo l'esplorazione del giorno.

Veduta delle tombe reali dal teatro

Il monastero di Petra

Il secondo giorno, fai lo stesso tragitto e ammira ancora l'apparizione del Tesoro. Poi vai al monastero, situato in cima a 800 gradini. Il cammino è lungo, ma la vista è incredibile. Il monastero assomiglia al Tesoro, ma più in grande. Fai una pausa di fronte al monastero sorseggiando un Limonana, bevanda scoperta durante il mio soggiorno, ciliegina culinaria del viaggio: una limonata alla menta, tipica della Giordania. Una sosta rinfrescante dopo lo sforzo sotto il sole implacabile del deserto.

Cammina qualche minuto per arrivare al panorama sul Wadi Araba. Lassù soffia il vento e la vista arriva fino a Israele. Ridiscendi ad ammirare le rovine romane, il viale colonnato in cui si immagina la folla che doveva esserci un tempo, il teatro e le sue rappresentazioni, per finire nel grande anfiteatro, punto di vista ideale per ammirare ancora una volta il tramonto.

Poi, per finire, ripassa nel Siq e ammira per un'ultima volta il Tesoro. Fine di una parentesi incantata, nel cuore della vita antica di una città dimenticata per secoli.

Pauline Girardey
12 contributi
Aggiornato il 2 settembre 2019