Covid-19 - Dove partire?Scopri le destinazioni
Destinazioni
Le migliori destinazioni in Medio Oriente
Altre destinazioni in Medio Oriente
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?
Giordania

Il mitico mar Morto

Come il sito archeologico di Petra o il deserto del Wadi Rum, il mitico mar Morto rientra tra le visite imperdibili da inserire nel programma del tuo viaggio in Giordania.

Mar Morto, istruzioni per l'uso

Quando, prima della partenza, sarai intento a preparare l'itinerario da seguire nel corso del tuo viaggio in Giordania, inserirai senz'altro nella tua lista il sito archeologico di Petra, il deserto del Wadi Rum, la capitale Amman, i siti biblici, forse le spiagge di Aqaba sul mar Rosso, di Jerash e di Ajlun, ma sicuramente anche il mar Morto.

La quantità di luoghi mitici presenti sul suolo giordano è pazzesca. Il mar Morto è uno di questi e fortunatamente, per via della sua posizione geografica, è servito molto bene dai vari mezzi di trasporto. Si trova a cavallo del confine con Israele e sarà facilissimo recartici in autobus, pulmino o in taxi dalla capitale Amman, da Madaba o da Kerak. È raggiungibile anche da Petra, ma il tragitto è molto più lungo.

Sappi anche che, se vuoi evitare la folla, è meglio evitare andarci durante la settimana. Il venerdì è il giorno più affollato, tutte le famiglie dei dintorni vi si recano e diventa difficile trovare un posto sulla spiaggia dove mettere il proprio asciugamano.

Le donne dimentichino i propri costumi succinti e sexy. Sfortunatamente per la tua abbronzatura, ma il costume intero è praticamente obbligatorio. Si tratta di una semplice questione di rispetto e in ogni caso gli sguardi troppo insistenti su di te ti metterebbero comunque a disagio.

Preoccupati anche di avere il passaporto sempre a portata di mano. Per via della vicinanza con Israele, i controlli sono frequenti.

Infine, ultimo consiglio, ma te ne renderai conto da solo: a causa del suo incredibile livello di salinità, non bisogna assolutamente aprire gli occhi sott'acqua, per evitare bruciature, ed è opportuno sciacquarsi sempre bene con acqua dolce dopo ogni bagno.

Bagno nel mar Morto

Il mar Morto oggi

Innanzitutto bisogna precisare che, se il mar Morto si chiama così, non è perché è morto. È semplicemente perché il tasso di salinità è così elevato da rendere impossibile l'esistenza di qualsiasi essere vivente. Per la cronaca, esso è 10 volte superiore a quello degli oceani e un pesce non potrebbe viverci per più di un minuto.

Purtroppo, l'evaporazione è tale che il mare diminuisce quasi a vista d'occhio. Si abbassa alla velocità di un metro all'anno e non misura più di 600 chilometri quadrati, mentre ne contava 950 all'inizio del XX secolo. Ai giorni nostri, la situazione è considerata catastrofica. Secondo lo scenario più allarmista, potrebbe scomparire completamente da qui al 2050. Il suo nome a quel punto prenderebbe un significato del tutto diverso. Ecco una ragione in più per non perdere tempo e andare il prima possibile a provare l'esperienza unica del galleggiamento.

Infatti, ti renderai conto che è impossibile immergersi nel mar Morto senza che esso ti spinga immediatamente fuori dall'acqua. È impossibile affondare e la sensazione d'assenza di gravità è incredibile. Il mar Morto è l'unico luogo al mondo dove ci si può sdraiare sulla schiena e leggere il giornale come su una sedia sdraio senza correre il rischio di bagnarsi. Farsi fotografare in questa posizione è un grande classico sul mar Morto.

David Debrincat
537 contributi
Aggiornato il 12 gennaio 2016

Idee di tour

  • Avventura
Tra classici e  riserve naturali 
9 giorni (a persona) 1.280 €
  • Grandi classici
Un'immersione nella storia
8 giorni (a persona) 1.040 €
  • Grandi classici
Weekend lungo alla scoperta delle meraviglie di Petra
4 giorni (a persona) 550 €
Esperienza aggiunta!
Aggiungi altre esperienze al tuo progetto prima di inviarlo all'agenzia locale
Scopri il tuo progetto di viaggio