Covid-19 - Dove partire?Scopri le destinazioni
Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?
Thailandia

Essere disabili in Thailandia

Il Paese del sorrisonon ha ancora adottato una vera politica di adeguamento e accessibilità per le persone a mobilità ridotta. Il paese è grande e molto diverso per quanto riguarda i paesaggi e i modi di vita: città smisuratamente grandi come Bangkok, villaggi di montagna o comunità isolane, l'accesso sarà quindi particolare in ogni luogo diverso. Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, non è nelle grandi città che l'accesso è più semplice.

I luoghi pubblici e i siti turistici

A Bangkok, sarà decisamente difficile muoversi in sedia a rotelle, dal momento che i marciapiedi sono affollati, in cattivo stato e piuttosto alti. In effetti, a Bangkok le strade sono un luogo di vita per i Thailandesi e, dovunque, negozi e venditori ambulanti monopolizzano i marciapiedi rendendoli di difficile utilizzazione. L'alta densità di popolazione costituisce un altro fattore di non-accessibilità. È meglio scegliere città non troppo grandi, come Chiang Mai o Pattaya, meno sovrappopolate e dove sarà più facile muoversi comodamente.

Ciononostante, i Thailandesi saranno molto felici di darvi una mano, il loro spirito disponibile e gentile non si tirerà indietro in nessuna situazione.

Diversi siti turistici restano comunque accessibili, poiché sono sprovvisti di barriere architettoniche o dotati di ascensori. Il tempio di Wat Pho, dove troneggia il maestoso Buddha coricato, il Palazzo Reale e il tempio del Budddha di Smeraldo sono anche parzialmente accessibili.

A Chiang Mai, il tempio Wat Phrathat, situato a 15 km del centro città, sulla collina Doi Suthep, è dotato di un ascensore riservato alle persone che ne hanno bisogno. Con questo ascensore sarà possibile evitare i 300 scalini che permettono di arrivare alla sommità della collina su cui si trova questo tempio magnifico che sovrasta la regione di Chiang Mai.

Il tempio di Wat Phrathat Doi Suthep

La sistemazione

In generale, è meglio preferire gli alberghi di alta qualità o le catene che hanno solitamente qualche camera adatta.

Ciononostante, non si esclude di poter trovare degli accessi nei piccoli hotel economici con camere al piano terra. Per quanto riguarda le docce, è vantaggiosal'abitudine in Thailandia di non usare dei box doccia, ma preferire un foro di scolo direttamente nel pavimento del bagno, leggermente inclinato. Con questo tipo di bagni, tipici degli hotel più semplici, sarà più facile mettere un sedile per lavarsi.

I trasporti

A Bangkok, la metropolitana sopraelevata "BTS Sky train" è accessibile e dotata di ascensori. Arriva in ogni angolo della città e ti permetterà di spostarti quasi ovunque. L'altra soluzione adatta sono i taxi, evitando naturalmente i "tuk-tuk", che oltre a essere davvero poco sicuri, non avranno posto per una sedia a rotelle.

Fuori dalle città, occorre preferire il noleggio di un'auto o prevedere escursioni organizzate. Per spostarsi da Nord a Sud, o sui grandi assi di comunicazione del Paese, l'aereo sarà il miglior mezzo di trasporto, considerando i prezzi piuttosto ridotti.

Audrey Meisser
2 contributi
Aggiornato il 16 settembre 2015

Idee di tour

combinato
  • Grandi classici
Dal Vietnam del sud a Bangkok
12 giorni (a persona) 1.090 €
  • Grandi classici
Vacanza estiva tra cultura, avventura e l'isola incantevole di Samui
11 giorni (a persona) 800 €
  • Grandi classici
Cultura, avventura e spiagge da sogno
12 giorni (a persona) 1.520 €
Esperienza aggiunta!
Aggiungi altre esperienze al tuo progetto prima di inviarlo all'agenzia locale
Scopri il tuo progetto di viaggio