100% Compensazione CO₂
Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?
Uzbekistan

Dai primi uzbeki ai giorni nostri: storia dell'Uzbekistan

Tutto ha inizio con la dinastia degli Achemenidi...

La storia dei primi uzbeki

La dinastia persiana degli Achemenidi, che raggruppa le prime civilizzazioni apparse in Uzbekistan, si stabilì nell'Asia centrale nel VI secolo A.C. Alessandro il Macedone vi mette fine due secoli più tardi. Il paese è dominato anche dai persiani e poi dai turchi. L'Asia centrale, compreso l'Uzbekistan, è in seguito conquistata dagli arabi e annessa ai territori del califfato arabo nell'VIII secolo. È in questo modo che l'Islam entra nel paese. La dinastia dei Karakhanidi regna in seguito fino al XIII secolo. Il paese si sviluppa economicamente e culturalmente nei secoli XIV e XV.

Dallo Stato dei Timùridi alla Repubblica sovietica

Lo Stato dei Timùridi, la cui capitale è Samarcanda, segna la storia dell'Uzbekistan, al pari della monarchia assoluta che si insedia nella stessa epoca sotto la guida di Amir Timur. Poi, nella seconda metà del XIX secolo, l'Uzbekistan è annesso, come gran parte dell'Asia centrale, dalla Russia. Il governo del Turkestan si forma quando la Russia annette una prima parte dei territori uzbeki. Poi, con l'annessione completa del paese, nel 1924 l'Uzbekistan diventa una Repubblica Socialista Sovietica. Il paese fa parte dell'URSS per circa 70 anni.

Durante la seconda guerra mondiale, l'Uzbekistan accoglie migliaia di famiglie sovietiche, contribuendo a russificare la repubblica. La coltivazione del cotone è praticata in modo intensivo tra il 1960 e il 1980. Essa ha un impatto catastrofico sull'ambiente: il drenaggio accelerato delle risorse idriche dei fiumi Amu Darya e Syr Darya contribuisce al prosciugamento del lago d'Aral. 

Storia Uzbekistan

Dall'indipendenza dell'Uzbekistan

Nel 1991, l'Uzbekistan ottiene l'indipendenza e diventa membro della Comunità degli Stati Indipendenti. Dopo un breve periodo di sviluppo delle libertà civili, I. Karimov inasprisce il regime. Si formano diversi movimenti di contestazione, scoppiano delle violenze e si verificano anche degli attentati. Il presidente si serve di questa opposizione per inasprire ulteriormente la repressione. L’Uzbekistan vive nella censura. Il suo governo procede ad arresti arbitrari e utilizza la tortura. Vengono pronunciate numerose condanne a morte. Karimov viene rieletto nel 2000 e nel 2007. Le elezioni del 2009-2010 non cambiano nulla, dato che tutti i partecipanti all'assemblea uscente e partecipanti allo scrutinio sostengono il Capo dello Stato. Persistono dubbi sulla correttezza dello scrutinio.

dal 2003 Karimov si avvicina a Vladimir Putin. Nel 2006 il paese aderisce all'Eurasec, o Comunità economica eurasiatica, sotto la tutela russa. Nel 2005 il governo uzbeko reprime nel sangue un'insurrezione popolare, causando centinaia di vittime: è il massacro di Andijan.

70 contributi
Aggiornato il 8 luglio 2016

Idee di tour

  • Grandi classici
Viaggio a Darvaza
12 giorni (a persona) 1.970 €
  • Grandi classici
Tour Dushanbe
11 giorni (a persona) 1.520 €
  • Grandi classici
Alla scoperta della cucina uzbeca 
7 giorni (a persona) 1.000 €
Esperienza aggiunta!
Aggiungi altre esperienze al tuo progetto prima di inviarlo all'agenzia locale
Scopri il tuo progetto di viaggio