Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?
Parco Nazionale Cajas

Parco Nazionale Cajas

Informazioni utili su Parco Nazionale Cajas

  • Montagna
  • Lago
  • Da non perdere
4 / 5 - 3 recensioni
Come andarci
A un'ora e mezza di autobus da Cuenca
Quando partire?
Tutto l'anno
Quanto tempo?
Un giorno

Parco Nazionale Cajas: Recensioni dei viaggiatori

Stéphanie Charbit Grande viaggiatore
73 recensioni scritte

A 35 chilometri da Cuenca, in direzione Guyaquil, il Parco Nazionale El Cajas, a 4000 metri di altitudine, promette bellissime passeggiate che conquisteranno gli amanti della natura.

Il mio consiglio:
Attenzione: non sei più a Cuenca! A 4000 metri di altitudine è molto più freddo e il mal di testa può farsi sentire. Inutile affrettarsi, risparmia le tue energie e fai il pieno di acqua prima di incamminarti.
La mia opinione

Che posto magnifico il Parco Nazionale El Cajas! E che gioia poter passeggiare su sentieri indicati, senza il rischio di perdersi o di cadere in balia di cani aggressivi. L'autobus mi ha portato, nel bel mezzo della mattinata, da Cuenca fino all'ingresso principale del Parco, dove si trova il Centro di Interpretazione dove bisogna iscriversi obbligatoriamente prima di intraprendere qualsiasi escursione.

Mi incammino lungo il «sentiero dei laghi», un percorso di circa quattro ore di cammino, durante il quale non incontro molte persone. É meraviglioso: si susseguono laghi di origine glaciale. Attraverso foreste con alberi molto particolari e mi fermo a pranzare lungo i ruscelli.

Finisco il percorso prima del previsto e mi intrattengo un po' avventurandomi lungo altri sentieri, ma, non appena mi accorgo di essermi quasi perso, ritorno saggiamente su quello di partenza. Non ho voglia di aspettare l'autobus e incontro un coppia di Ecuadoriani che mi riporta in macchina a Cuenca, dove mi aspetta il meritato riposo nonché un inevitabile mal di testa dovuto al repentino cambio di altitudine.

Eva Martin Grande viaggiatore
189 recensioni scritte

Magnifico parco a qualche chilometro da Cuenca, caratterizzato dai suoi numerosi laghi.

Il mio consiglio:
Potrai recartici senza problemi da solo: autobus pubblico (terminal sud, per essere precisi) e sentieri segnalati. Tuttavia, mi sembra che per gruppi di oltre 4 persone sia obbligatoria una guida.
La mia opinione

Il passaggio a Cuenca rimane il mio ricordo preferito dell'Ecuador; e la scappata allo straordinario Parco Nazionale El Cajasne è il motivo principale. 

Dopo un'intera settimana alla scoperta della città e dei villaggi circostanti, mi sono quindi armata di zaino pieno di viveri disidratati, vestiti pesanti (NB: considerando l'altitudine, spesso superiore ai 4000 metri, di notte fa freddo) e altre tenute impermeabili per la pioggia. L'idea: accamparmi nel parco adiacente alla città più affascinante del paese e fare un'escursione intorno ai suoi 200 laghi. Inutile dire che non li ho visti tutti!

Oltre al fatto che il paesaggio è inedito, fare un giro a Cajas è un vero piacere, perché il parco è organizzato in modo esemplare. Numerosi sentieri permettono di avventurarsi in escursioni di una durata compresa tra le 2 e le 6 ore. E il grande vantaggio è il non dover camminare calpestando i piedi degli altri turisti, ne ho incrociati solo due gruppi in totale!

Piccola informazione: contrariamente a ciò che potresti sentir dire o leggere, l'entrata è gratuita (a differenza di qualche anno fa). In programma: numerosi laghi, vegetazione rada in tonalità degradanti dal giallo al verde, foreste che sembrano incantate, lama, vigogne e compagnia bella... In poche parole, una destinazione da non perdere durante iltuo viaggio in Ecuador! 

Les globe blogueurs Grande viaggiatore
56 recensioni scritte

Se ami fare escursioni in paesaggi mistici, tra nebbia, steppe e foreste nane, il sontuoso parco nazionale El Cajas, situato a qualche chilometro da Cuenca in Ecuador, è ciò che fa per te.

Il mio consiglio:
Il parco nazionale El Cajas è raggiungibile in due modi: tramite un'agenzia, molto facilmente da Cuenca, oppure con mezzi propri. Nel secondo caso, se non hai un veicolo, c'è un autobus che parte ogni giorno dalla stazione dei pullman.
La mia opinione

Nonostante l'accesso non sia molto agevole per le persone che viaggiano da sole e senza macchina, all'arrivo sul posto dimenticherai presto la tua ricerca alla cieca e la levataccia all'alba. Esistono pochi paesaggi enigmatici e affascinanti quanto quelli del parco nazionale El Cajas.

Siamo rimasti completamente incantati dal suo aspetto spoglio, nebbioso, rugoso, ma allo stesso tempo variopinto. All'interno, vengono proposti molti sentieri escursionistici segnalati, che possono durare da qualche ora a diversi giorni.

Nonostante la presenza di una guida sia raccomandata, noi siamo riusciti facilmente a districarci tra i sentieri più corti. Basta seguire le insegne! Un consiglio è comunque opportuno: attrezzati per il freddo, la pioggia e il caldo, il tempo è estremamente variabile in questo ecosistema di montagna unico.

Esperienza aggiunta!
Aggiungi altre esperienze al tuo progetto prima di inviarlo all'agenzia locale
Scopri il tuo progetto di viaggio