Contattaci dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 19:00
Il mio spazio personale
Servizio viaggiatori
Contattaci dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 19:00

Viaggi in Tibet

Crea il tuo viaggio in Tibet con un tour operator locale
Richiedi il tuo preventivo gratuito in qualche clic
Vorrei viaggiare...
Partecipanti
a
Data di partenza
Scopri tutte le idee di tour completamente personalizzabili proposte da tour operator locali esperti della destinazione.
Vorrei viaggiare...
Tutti i profili
a
Tutte le durate

Tutte le idee di viaggi da personalizzare in Tibet

Tutte le tipologie
Tutte le durate
Tutti i budget
Non hai trovato l'itinerario perfetto? Crea il tuo viaggio su misura con uno dei nostri tour operator locali
Contatta un tour operator locale
combinato
  • Grandi classici
Kathmandu e Tibet culturale
10 giorni(a persona)€ 1.580
combinato
  • Sport e adrenalina
La strada dell'amicizia: Tibet, Kathmandu e Chitwan (aprile)
14 giorni(a persona)€ 2.530
combinato
  • Grandi classici
Nepal e Tibet
13 giorni(a persona)€ 2.380
combinato
  • Sport e adrenalina
Kailash, trekking al centro dell'Universo (agosto)
17 giorni(a persona)€ 3.610
Desideri creare il tuo viaggio su misura? Crea il tuo viaggio

Prepara il tuo viaggio individuale

Viaggio in Tibet: cosa sapere?

Si dice che un viaggio in Tibet sia un viaggio sul tetto del mondo. In effetti, con un’altitudine media di circa cinquemila metri, basterebbe questo a rendere un tour del Tibet un’esperienza unica e indimenticabile. Tuttavia, continua a leggere: c’è molto, molto di più da scoprire.

Cosa vedere in Tibet?

Immaginare il Tibet è un’impresa, e quello che vedrai sarà indescrivibile anche dopo averlo visto con i tuoi stessi occhi: racchiuso tra le montagne più alte del mondo, il Tibet ti permetterà di scoprire paesaggi unici, architetture maestose e una cultura misteriosa e antica. Ecco solo alcune delle meraviglie che vedrai in questo splendido Paese.

  • Lhasa sarà il tuo primo impatto col Tibet, e non basterebbe una vita per descrivere quello che vedrai qua: a 3600 metri di quota, Lhasa custodisce templi, monasteri e vie che non aspettano altro di essere scoperti e vissuti.
  • Il palazzo di Potala è probabilmente uno dei simboli più noti del Tibet, ma non per questo non rimarrai a bocca aperta: a qualunque ora del giorno, e specialmente prima che sorga il sole, recati sulla collina di Chakpori per una vista spettacolare del palazzo, che si arrampica sul versante della montagna in un trionfo di bianco e rosso.
  • I laghi tibetani sono uno spettacolo impagabile, e tra i tanti il lago Namtso è senza dubbio uno dei nostri preferiti, assieme a quello di Yamdrok: le sue acque turchesi riflettono le cime dei monti, creando una serie di sfumature splendide.
  • Assisti al dibattito filosofico dei monaci al monastero Sera, uno dei monasteri più grandi di Lhasa: non capirai probabilmente nulla di quello che diranno, ma l’evento in sé è qualcosa di spettacolare.
  • Visita i templi e i monasteri tibetani, specialmente a Lhasa: ce ne sono tantissimi, ma non potrebbero essere più diversi l’uno dall’altro. L’unico comune denominatore è la loro bellezza sconcertante. Lasciati incantare dal tempio di Jokhang, dal monastero di Drepung e dal tempio di Ramoche.

Cosa fare durante un viaggio in Tibet?

Un viaggio in Tibet apre le porte a tantissime esperienze, a tutto tondo: dal punto di vista culturale, sportivo, sprituale, umano… e quale modo migliore di viverle, se non quello di affidarsi a qualcuno che conosce perfettamente il paese? Ecco solo alcuni delle attività che farai in Tibet - non tutte, ma solo quelle che, secondo noi, non puoi davvero mancare.

  • Prova… lo yak. Questo animale è il mezzo di sostentamento per eccellenza dei Tibetani, sia dal punto di vista alimentare che come supporto e mezzo di trasporto.
  • Raggiungi il campo base dell’Everest dal versante tibetano: è un’esperienza intensa, che richiede un’elevata preparazione atletica… ma è assolutamente imperdibile, se sei uno scalatore allenato!
  • Partecipa ad un cerimoniale tibetano, e assisti alle danze tradizionali, come la danza cham. Costumi coloratissimi, strumenti tradizionali e il coinvolgimento delle persone faranno di questa esperienza un momento davvero indimenticabile, sia per spiritualità che per spettacolarità.  
  • Medita al Zutulpuk Gompa al passo Dolma La, dopo una sessione di trekking ad altissima quota assolutamente indimenticabile.
  • Se non hai mai pensato di fare un bagno caldo a 4500 metri, è il momento di iniziare a pregustarlo: le sorgenti termali di Yampchang sono una piccola perla circondata da montagne - ovviamente! - pascoli verdissimi, yak, pecore… l’ideale per una pausa dal trekking!
  • Parla con i Tibetani. Ascolta le loro storie, fai tesoro dei racconti di questo popolo incredibile e complesso, senza filtri. Questa, più di ogni altra, potrebbe essere l’esperienza più forte che farai in questo paese.  

Qual è il periodo migliore?

Il periodo migliore in assoluto per un viaggio in Tibet è l’estate, quando la temperatura è mite e le notti non sono esageratamente fredde (parliamo di 15-17 gradi di giorno, -5 di notte), e questo per quanto riguarda Lhasa. Le altre città del Tibet, trovandosi ad altitudini maggiori, anche in estate sono relativamente freddem specie se soffia il vento. Tieni presente che a queste altitudini il sole è fortissimo, quindi la temperatura che percepirai potrebbe essere davvero alta. Se sopporti bene il freddo, anche le mezze stagioni possono essere un buon momento per un viaggio, specie per le ma dovrai prepararti adeguatamente ai rovesci. Sconsigliato l’inverno per le temperature estremamente rigide!

Come organizzare il tuo viaggio in Tibet?

Organizzare un viaggio in Tibet richiede molta attenzione, e per certi versi anche un po’ di fortuna. Oltre al fatto che la chiusura improvvisa dei confini non è un evento impossibile, per esempio, rivolgersi ad un agente locale è l’unica opzione che hai per visitare il paese per legge, se non possiedi un passaporto cinese. Templi e monasteri, se non sei accompagnato, ti verranno preclusi. Il vantaggio di rivolgersi ad un tour operator locale selezionato da Evaneos, quindi, è quello di poter vedere un Tibet senza filtri di sorta, in tutta tranquillità e con la comodità di relazionarsi con qualcuno che non solo conosce il paese, ma che parla italiano e che ha come priorità la qualità del tuo viaggio! Ecco quindi alcune informazioni molto utili per raggiungere il paese.

  • Volo: considerando che è obbligatorio lo scalo in Cina, un volo di andata e ritorno per il Tibet, in base all’anticipo con cui compri il biglietto, al numero degli scali e alle compagnie aeree, costa tra gli 870 e i 1200 euro. Un consiglio: puoi raggiungere il Tibet anche dal Nepal, con un volo panoramico mozzafiato!
  • Documenti: presta molta attenzione ai documenti necessari per un viaggio in Tibet. Ti servirà un passaporto in corso di validità, con durata residua di almeno sei mesi, il visto per la Cina - da richiedere in ambasciata -, il permesso di ingresso per il Tibet, richiedibile solo attraverso il tour operator locale, e il permesso di viaggio, sempre da richiedere attraverso il tour operator locale. Ti invitiamo caldamente a consultare i siti ufficiali per verificare accuratamente eventuali variazioni in materia di visti e di ingressi, e per verificare lo stato dei confini.
  • Vaccini: nessuna vaccinazione è richiesta per il Tibet, ma consultati con il tuo medico per un’eventuale antitetanica e, assolutamente, per farti prescrivere medicinali contro il mal di montagna. Se hai condizioni di salute particolari (come ipertesione e disturbi circolatori), consultati molto seriamente col tuo medico sull’organizzazione di un viaggio in Tibet.
  • Assicurazione: raccomandata, che copra spese di rimpatrio o trasferimento aereo sanitario, nonché di eventuali spese mediche.

Cosa mettere in valigia?

Preparare la valigia per il Tibet richiede un po’ di attenzione, ma sostanzialmente porterai con te abiti adatti ai climi freddi, imbottiti e isolanti. Se scalerai le montagne e farai trekking, abbigliamento tecnico e scarpe appropriate sono obbligatori. Una crema solare con un filtro di protezione altissimo è indispensabile, perché il sole a queste altitudini è fortissimo, e rimanendo in tema di altitudine, oltre ai tuoi medicinali abituali porta con te i farmaci per il mal di montagna. Non prendere alla leggera l’acclimatamento, specialmente se arrivi in aereo, e segui tutte le istruzioni della tua guida. Non consumare alimenti crudi, lavati sempre accuratamente le mani e preferisci l’acqua minerale in bottiglia (anche l’idratazione è importante!). Infine, porta con te tutti i documenti in doppia copia e una macchina fotografica, per catturare i ricordi più belli di questo viaggio.

Altri paesi che ti potrebbero interessare