Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?
Covid-19 - Riapertura delle frontiere :scopri di più
Bolivia

La situazione della Bolivia oggi

La Bolivia è oggi uno dei Paesi più poveri al mondo e, in ogni caso, uno dei più poveri dell'America Latina. Al potere, Evo Morales combatte per migliorare la situazione. Grazie ad alcune riforme determinanti, appare come un eroe nazionale. La situazione è ancora lontana dall'essere ottimale e incontrerai spesso la miseria durante il tuo viaggio in Bolivia.

Evo Morales, una guida politica

Nel 2005, eletto al primo turno con il 54% delle preferenze, Evo Morales, il bambino povero di Oruro, diventa il primo Presidente indigeno della Repubblica della Bolivia. Soprannominato a volte il "Mandela dell'America Latina", ha nazionalizzato il gas e il petrolio, organizzato una grande ridistribuzione di terre, depenalizzato l'uso delle foglie di coca e riconosciuto ufficialmente le culture degli Amerindi. Nel 2012 va oltre, rendendo ufficiali in Bolivia 33 lingue. Dal 2008 e dopo il fallito colpo di Stato, Evo Morales ottiene la fiducia di oltre il 60% della popolazione. Tuttavia, iniziano a emergere i primi problemi. É vero che gli sforzi non sono sempre ricompensati. L'agricoltura non decolla, il promettente settore minerario resta in fase di stallo, la costruzione di ospedali, scuole e strade non viene avviata. Sebbene ciò non incida sulla sua popolarità, restano da realizzare diverse promesse.

Com'è l'economia?

La Bolivia, attraverso il suo Presidente Evo Morales, cerca di far prosperare l'economia con misure di nazionalizzazione e tramite il maggiore sfruttamento delle risorse minerarie. Nonostante il PIL sia raddoppiato in soli 7 anni e la crescita sia stabile al 5%, la situazione è lontana dall'essere ottimale. Il salario minimo, aumentato ogni anno di circa il 10%, raggiunge a mala pena i 135€. La metà della popolazione deve vivere con meno di 2 dollari al giorno. Si stima che circa un terzo dei bambini (ovvero circa 800 000 bambini) lavori.

Miniera a Potosí

Per rilanciare il settore minerario, sono state avviate diverse nazionalizzazioni. Evo Morales desidera che le attuali compagnie straniere diventino esclusivamente fornitori. In questo modo, la Bolivia recupererebbe il 55% dei profitti.

La situazione è analoga nel settore degli idrocarburi. Gas, petrolio, argento, zinco, stagno: le nazionalizzazioni sono in corso e la Bolivia ottiene oggi l'80% dei profitti, contro il 20% registrato prima dell'arrivo al potere di Evo Morales.

L'estrazione del litio, inoltre, apre al Paese grandi prospettive. Secondo le ricerche, la Bolivia avrebbe nel sottosuolo circa il 35% delle riserve mondiali. Di fronte alle difficoltà tecniche per sfruttare una simile risorsa, gli investimenti non sarebbero sufficienti e la Bolivia dovrebbe arrendersi a richiedere un intervento straniero.

David Debrincat
537 contributi
Aggiornato il 4 dicembre 2015

Idee di tour

combinato
  • Avventura
Dall'altopiano al Machu Picchu
15 giorni (a persona) € 3.100
combinato
  • Grandi classici
Lima, Cusco, Puno e Bolivia
13 giorni (a persona) € 1.520
combinato
  • Grandi classici
Da Santiago del Cile a Macchu Picchu, attraversando il Salar di Uyuni
14 giorni (a persona) € 2.790
Esperienza aggiunta!
Aggiungi altre esperienze al tuo progetto prima di inviarlo all'agenzia locale
Scopri il tuo progetto di viaggio