Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Guayaquil

Informazioni utili su Guayaquil

  • Incontri locali
  • Parchi e Giardini
  • Porto
  • Luoghi o Monumenti religiosi
  • Musei
  • Artigianato
  • Luoghi o Monumenti storici
4 / 5 - 3 recensioni
Come andarci
A trenta minuti da Quito, in aereo
Quando partire?
Da giugno a settembre
Quanto tempo?
Un giorno

Guayaquil: Recensioni dei viaggiatori

Emilie Couillard Grande viaggiatore
158 recensioni scritte

Caratterizzata da un clima caldo e umido, la città portuale di Guayaquil è incantevole. É una vera gioia passeggiare lungo le sue strade, dove natura e architettura si fondono perfettamente. 

Il mio consiglio:
Fare una lunga passeggiata sul «Malecon 2000» è un'idea fantastica. É un percorso lungo le rive del fiume Guayas, un'oasi di pace costeggiata da alberi e fiori tropicali magnifici. É il mio più bel ricordo di Guayaquil!
La mia opinione

Durante il mio soggiorno in Ecuador, ho visitato il quartiere di Las Peñas: è sufficiente percorrere fino in fondo il Malecon per arrivare ai piedi di questa zona colorata. Si trova arroccato su una collina. Passeggiare tra le sue strade strette, salire le tante scale e ammirare i suoi edifici dai colori brillanti è semplicemente affascinante. É stato per me un vero piacere scoprire questa parte della città. Dal belvedere in cima alla collina, si può ammirare una piccola cappella.

Un altro angolo da non perdere, alquanto sorprendente, è il Parco Bolivar. Si trova di fronte alla Cattedrale. Sul prato del parco vivono tantissime iguane giganti! Restano lì tranquillamente e si lasciano fotografare da orde di turisti che le nutrono a colpi di scaglie di mango. In ogni modo, ti raccomando di non prendere esempio e di non nutrirle, in quanto diversi cartelli vietano di farlo: è importante rispettare questa regola, per la salute dell'animale.

David Debrincat Grande viaggiatore
537 recensioni scritte

A 420 chilometri dalla Capitale Quito, Guayaquil è la tentacolare capitale economica dell’Ecuador.

Il mio consiglio:
Se il Malecón di fronte all'oceano è sicuro, il resto di Guayaquil ha problemi di sicurezza. Senza preoccuparti troppo, evita però di sfoggiare ricchezza e di muoverti a piedi quando scende la notte.
La mia opinione

Nella sua canzone «Guayaquil City», Manu Chao descrive il caldo opprimente della città. Effettivamente arrivando da Quito, il viaggiatore è immediatamente avvolto dal clima pesante e umido della costa occidentale.

Problemi di sicurezza, città sporca, megalopoli tentacolare e perennemente trafficata: ammetto di essere sbarcato a Guayaquil, durante il mio viaggio in Ecuador, con la mente piena di pregiudizi. A dire il vero, avevo previsto di fare solamente un semplice scalo di pochi minuti per cambiare autobus.

Infine, ho decido di dare una possibilità alla città. Come accade per la maggior parte delle città in America del Sud, i luoghi turistici sono sicuri. Non c'è alcun pericolo nel passeggiare sul Malecón o nel centro storico. Voglio essere clemente sul resto della città. Ma dato che in ogni modo non c'è nulla da fare, non vedo un buon motivo per visitarla.

Anche se come me non hai previsto di fare una sosta, ti consiglio di trascorrere almeno una giornata a Guayaquil.

Stéphanie Charbit Grande viaggiatore
73 recensioni scritte

Seconda città del Paese, di fronte al Pacifico, Guyaquil non ha una grande fama ma merita comunque una visita di un giorno se visiti l'Ecuador.

Il mio consiglio:
Attenzione la sera, il centro si svuota e le vie deserte non sono rassicuranti.
La mia opinione

Arrivo alla stazione degli autobus di Guayaquil, tardi e sotto una pioggia battente. É la fine delle vacanze di Natale e la stazione è super affollata, della fila per prenotare un taxi meglio non parlarne...

Dopo una lunga attesa e un po' di nervosismo, riesco infine a trovare un taxi e a raggiungere l'hotel che avevo prenotato. Guyaquil è la mia ultima tappa in Ecuador, non ci tenevo particolarmente a visitarla ma ho l'aereo per il Cile tra due giorni. 

Il giorno seguente non piove ma è sempre grigio e pesante, mi sento pigro appena fuori dal letto, le montagne e l'aria fresca sembrano lontane, questo è sicuro. Ci rechiamo per una passeggiata in centro: il Malecón 2000 (una strada di fronte al mare), la cattedrale, il Parco Seminario dove si riposano alcune iguane. Poi in direzione Cerro Santa Ana dove una salita di 444 gradini numerati ci conduce in cima alla collina, dalla quale godiamo di una splendida vista sul mare, sul Malecón 2000 e sulle pendici del Cerro: case colorate e strade ripide, sembra quasi di essere a Montmartre! Il cielo si mostra nuovamente minaccioso, come ieri alla stessa ora inizia una pioggia tropicale!

Tour e soggiorni Guayaquil