Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Sile, un angolo di verde ad Istanbul

Destinazione spesso trascurata dei turisti stranieri, ti offre il piacere di fare un "bagno turco" a Sile. Chiamata anticamente Origanos, la località ha avuto una storia movimentata, sotto il segno delle occupazioni. Partire alla scoperta di questa vecchia città greca permette di ritornare su certe pagine dal passato e di fare l'esperienza di una Istanbul più rurale.

Un week-end di turismo "rurale"

Sile ha un ambiente eccezionale. Una vegetazione molto verde e ricca ci circonda ovunque e si estende su un territorio di 800 chilometri quadrati. Questa zona verde invita a fare molte passeggiate e trekking, ma anche ad osservare una grande varietà di uccelli e piante rare. Concediti una pausa per gustare un tè al Sakli Göl, letteralmente: il lago nascosto. Specchio d'acqua circondato da alberi, questo luogo pacifico è stato utilizzato molte volte per le riprese di popolari serie televisive turche. Un bel posto da scoprire in occasione dei primi soli e della rinascita della natura.

A piedi, parti ad esplorare alcuni piccoli villaggi adiacenti a Sile. Tra i più vicini: Yeniköy, villaggio che ospita una popolazione bosniaca, e Kabakoz o Akçakese, che offrono un scenario pittoresco. Infilarsi tra le case "tradizionali" permette di osservare le realtà della campagna turca. Un'esperienza fuori dalle rotte.

Casa tradizionale in legno

Incontra i simboli della città

Non puoi mancare le due costruzioni emblematiche di Sile. L'estensione della città permette del resto di compiere un piacevole itinerario a piedi. Dopo aver visitato il centro, dirigiti verso il porto sottostante. Sile Kalesi domina una delle rocce che formano l'isola di Ocakli. Questo castello, costruito durante il periodo bizantino, è stato rinforzato nel corso delle occupazioni. Oggi, lo si può solo ammirare da lontano. È l'occasione per fare il giro del piccolo porto di pesca e prolungare la passeggiata sul molo. La pesca è una delle attività di punta del villaggio, quindi perché non prendere posto in una delle barche-ristorante del porto e gustare alcuni piatti di pesce? I turchi impazziscono per il "raki-balik": si tratta dell'associazione di questo alcool tradizionale ai piatti di mezzé e di pesce alla griglia.

Successivamente, l'ascensione fino al faro permette di fare una camminata digestiva. Eretta nel 1860, la torre luminosa è ancora in funzione. Dall'alto dei suoi 19 metri, scruta il Mar Nero e si impone come il più grande faro della Turchia. La sua costruzione porta la firma della Commissione francese dei fari. Il panorama offerto da questo punto di osservazione è decisamente notevole. Ci si ritrova ad un incrocio tra terra, cielo e mare.

Una selezione di abiti per signora

I Sile Bezi sono una specialità locale ed un'idea di souvenir per il tuosoggiorno in Turchia. Si tratta di capi in tessuto realizzati con cotone coltivato nel sud del paese: una produzione 100% naturale. Abiti, certo, ma anche bluse, camicie, tovaglie e tovagliette sono esposti nelle vetrine dei negozi del centro. Lo spirito non è cambiato molto dagli anni '70… Tuttavia, puoi star certo che si tratta di una produzione locale, poiché ogni parte di tessuto viene bagnata nel mare ed asciugata sulla sabbia di Sile. Questo cotone, tessuto molto finemente utilizzando macchine manuali, sembrerebbe quasi lino. Perfetto per il gran caldo del posto. Alcuni garantiscono anche che i Sile Bezi ha delle virtù terapeutiche… Da verificare!

Anche se i mesi estivi non sono necessariamente il periodo più piacevole per visitare Sile (a causa di una sovrappopolazione di turisti e residenti secondari), nota che la città organizza dal 1983 il festival di Sile Bezi. Partecipanti stranieri e celebrità della canzone turca si ritrovano qui nel mese di luglio in un clima di festa.

Clemence Zisswiller
33 contributi
Aggiornato il 13 novembre 2015
Expérience ajoutée !
Vous pouvez ajouter d'autres expériences à votre projet avant de le transmettre à une agence locale
Voir mon projet de voyage