Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?
Albania

L'Albania, una storia movimentata e ricca di civiltà

L'Albania è un Paese affascinante, con i suoi monumenti musulmani e la sua architettura sovietica: in realtà, questo è un Paese che ha saputo preservare il suo patrimonio variegato anche attraverso le guerre. La capitale, Tirana, è una città cosmopolita che conserva le tracce del passato. 

Ispirazioni arabe in Albania

L'Impero Ottomano era molto presente in Europa e ha avuto particolare successo nella conquista dell'Europa orientale e degli attuali Balcani. Questo è il motivo per cui l'Albania è un Paese esotico, pur trovandosi a solo 1 ora e mezza di volo da Roma. Si tratta infatti di un Paese musulmano dalla cultura variegata. Viaggiando in Albania, si possono visitare molte moschee, in particolare nella capitale, Tirana.

Ciò è dovuto all'invasione turca che ha avuto inizio nel XIV secolo ed è proseguita fino al XVIII secolo. 

L'Albania della guerra

L'Albania ha conquistato la sua indipendenza nel 1912, tuttavia, durante la seconda guerra mondiale, molti Paesi europei hanno occupato l'Europa dell'Est, e la nazione sarà riconosciuta a livello internazionale solo nel 1919, grazie al trattato di Tirana. Tuttavia, questo non conferirà stabilità politica al Paese, poiché nel 1921, Ahmed Zogu, capo del movimento musulmano, salì al potere, diffondendo idee conservatrici ed estremiste. Ahmed Zogu subirà poi un colpo di stato, per tornare in seguito al potere, ed essere anche proclamato Re dell'Albania nel 1925.

Nel 1939, l'Italia fascista di Mussolini invase l'Albania , ​​ribaltando il governo in atto, al fine di conquistare questa parte d'Europa. Anche la Germania invase l'Albania e i Paesi vicini, per imporre loro un sistema dittatoriale. Il popolo albanese organizzò quindi un movimento di protesta, nel quale un nome di spicco è sicuramente quello di Enver Hoxha, il quale fondò il partito comunista albanese nel 1941, diventando rapidamente il primo ministro dell'Albania nel 1944. 

La moderna Albania

Nel 1985, Enver Hoxha muore ed è il comunista Ramiz Alia a prendere le redini del Paese. Egli condusse una forte campagna democratica, in particolare autorizzando il sistema dei partiti politici multipli, la libertà di circolazione e l'apertura delle frontiere per gli albanesi. 

Tuttavia, la guerra in Jugoslavia iniziata nel 1991 ​​ha fatto precipitare il Paese in una vera e propria crisi economica. Il Paese entra in conflitto diretto con i suoi vicini, in particolare Serbia, Macedonia e Kosovo, a causa delle tensioni politiche e religiose. La guerra ha segnato molto il Paese, lasciando tracce visibili, che gli appassionati di storia potranno vedere nel corso di un viaggio culturale in Albania.  

Il Paese oggi è pacifico ed ha un governo stabile.

Ad oggi, l'Albania non è uno Stato membro dell'Unione Europea, pur avendone fatto richiesta da oltre 15 anni. Nel 2014, il Paese è stato riconosciuto come candidato ufficiale. Il paese è membro della NATO ​​dal 2009. 

La Piazza di Tirana oggi

Bettina Zourli
125 contributi
Aggiornato il 30 ottobre 2015

Idee di tour

  • Grandi classici
Paesaggi costieri del sud
9 giorni (a persona) 900 €
raggiungi un gruppo
  • Grandi classici
Tour delle spiagge: la bellezza della riviera del sud 
8 giorni (a persona) 680 €
  • Sport e adrenalina
Koman, Valbona e Theth, 3 giorni tra le alpi albanesi
3 giorni (a persona) 270 €
Esperienza aggiunta!
Aggiungi altre esperienze al tuo progetto prima di inviarlo all'agenzia locale
Scopri il tuo progetto di viaggio