Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Phum Beng Meatea

Informazioni utili su Phum Beng Meatea

  • Famiglia
  • Benessere & Relax
  • Incontri locali
  • Luoghi o Monumenti religiosi
  • Sito archeologico
  • Artigianato
  • Luoghi o Monumenti storici
  • Turismo Responsabile
  • Patrimonio Mondiale dell'Unesco
  • Da non perdere
  • Fuori dagli schemi
5 / 5 - 2 recensioni
Come andarci
A 1h30 da Siam Reap in tuk-tuk
Quando partire?
Da novembre a maggio
Quanto tempo?
Mezza giornata

Phum Beng Meatea: Recensioni dei viaggiatori

Virginie Bigeni Grande viaggiatore
47 recensioni scritte

Il Beng Melea è un tempio cambogiano situato nel vasto impero dei templi di Angkor, non lontano da Siam Reap. È uno dei templi più isolati del circuito turistico e anche uno dei più selvaggi... Magnifico.

Il mio consiglio:
Ancora una volta, una bellezza simile va meritata. Quindi, i pigri si astengano! Per approfittarne come si deve, bisogna alzarsi all'alba. Il sito è a un'ora e mezza in tuk-tuk. Potrai dormire più tardi.
La mia opinione

Il Beng Melea rimane il tempio che preferisco. È stato scoperto da poco e quindi ha mantenuto un carattere selvaggio molto marcato. La natura ha rivendicato i propri diritti. Costruito verso il 1100, non si sa esattamente chi vi abbia vissuto né quale fosse la sua funzione primaria. È quindi circondato di mistero. Tanto meglio, ne sarà felice la nostra immaginazione allo scorgere delle prime pietre, o meglio, delle prime frane. Infatti, visitando il Beng Melea, non aspettarti la perfezione di Ankor Wat. Non aspettarti una visita turistica convenzionale e tranquilla. No, mettiti delle scarpe resistenti e parti all'avventura. Per visitare il tempio, bisogna scalarlo, arrampicarsi, passare sotto rami, camminare in salita... In poche parole, è una visita sportiva. Avviso agli amanti della natura (e della giungla selvaggia)!

Il tempio è lontano da Siam Reap e quindi fuori dal circuito turistico convenzionale. Risultato: sarai quasi da solo. Potrai fare delle foto magnifiche, senza dover lottare continuamente perché non ci sia nessun turista in mezzo. Il Beng Melea ha un grande potere ammaliatore. Non volevo più andarmene. Imperdibile durante un soggiorno in Cambogia.

Aurélie Chartier Grande viaggiatore
47 recensioni scritte

Lontano dai celebri Angkor Wat, Le Bayon e Ta Phrom, Beng Mealea è il tempio che ha fatto da sfondo a Deux frères di Jean-Jacques Annaud.

Il mio consiglio:
Per scoprire Beng Mealea, ti consiglio di arrivare verso le 8 del mattino. Arrivando prima dell'autobus dei turisti, avrai il tempio tutto per te (o quasi). Magia assicurata!
La mia opinione

In rovina e dominato dalla giungla, Beng Mealea somiglia vagamente a Ta Phrom, tempio conosciuto per aver fatto da sfondo al film Tomb Raider. Qui la natura si è ripresa il suo spazio. Ci si sente come in un giardino segreto con mille passaggi da scoprire. Gli alberi e il muschio ricoprono le pareti del tempio. Le liane avvincono le colonne. Il suolo è disseminato di mucchi di pietre.

Se, in occasione del tuo soggiorno in Cambogia, sogni di spingerti fuori dalle rotte e ti senti come un esploratore del XV secolo, prendi un tuk tuk e corri in direzione di Beng Mealea. Sono pochi i turisti che si spingono fino a Siem Reap. Potrai quindi apprezzare i luoghi in tutta tranquillità. L'avrai capito, Beng Mealea è la mia passione angkoriana.

Esperienza aggiunta!
Aggiungi altre esperienze al tuo progetto prima di inviarlo all'agenzia locale
Scopri il tuo progetto di viaggio