Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Importanza della religione in Egitto

Nel corso del tuo viaggio in Egitto ti accorgerai che il paese è una vera terra islamica. Accanto a questa onnipresenza, le altre religioni hanno davvero poco spazio per esistere.

Le diverse religioni

Nel corso del tuo viaggio in Egitto non avrai sorprese sulla ripartizione delle religioni. Per farti un'idea generale, pensa solo che il 90% della popolazione egiziana è musulmana. Il resto si divide tra il 9% di cristiani d'Egitto, i copti, mentre l'ultimo 1% include gli ebrei, i cattolici, le chiese armene, i greci ortodossi, i greci cattolici e i maroniti. Non c'è bisogno di aggiungere che la percentuale di ognuno di loro è estremamente simbolica. Al giorno d'oggi, dopo un lontano passato sciita, l'islam praticato in Egitto è maggiormente sunnita. Ovunque nel paese, in ogni città, in ogni quartiere, in ogni via, in ogni paesino sperduto e perfino nel deserto, troverai sempre una moschea. È sempre più facile constatare che l'islam in Egitto ha sempre più tendenza a inasprirsi. I salafiti sono in costante aumento e le donne con il velo e che indossano il burka sono sempre più numerose.

In Egitto

L’islam

Per arrivare in Egitto lasciandosi dietro pregiudizi e idee sbagliate, può essere davvero interessante conoscere almeno le basi della religione più diffusa in Egitto. Per cominciare, devi sapere che il fondatore dell'islam è Maometto. È il Profeta da quando Dio gli ha dettato il Corano.

L'islam si basa su cinque pilastri fondamentali. La shahada, o professione di fede, è recitata prima di ogni preghiera o per convertirsi all'islam. La salât è la preghiera che si fa cinque volte al giorno a seconda della posizione del sole. La zakat è l'elemosina che discretamente si fa in favore dei più bisognosi. L'hajj è il pellegrinaggio verso la Mecca che ogni musulmano deve compiere almeno una volta nella vita. Infine il ramadan è il mese di digiuno che si pratica ogni anno.

Ci sono altre pratiche ugualmente molto importanti, come per esempio la circoncisione, le abluzioni prima della preghiera, la festa dell’Aïd e il divieto di alcuni alimenti, come il maiale.

David Debrincat
537 contributi
Aggiornato il 29 ottobre 2015