Compensazione emissioni CO2 stimate
Il Tour della Terra e dell'Acqua in Sardegna

ItaliaIl Tour della Terra e dell'Acqua in Sardegna

Unirsi ad un gruppoViaggio di esplorazione
All’interno di questo itinerario scoprirete un volto nuovo della Sardegna dove gli elementi primigeni dell’Acqua e della Terra si legano fortemente alle testimonianze storiche e alle attrazioni naturalistiche del suo territorio. Visiterete la risorgiva di Su Gologone, la grotta Corbeddu e la gola Gorropu, che vi mostreranno il potere “architettonico” dell’acqua con la sua forza erosiva. L’Acqua, fonte di vita, con i suoi infiniti effetti benefici, è stata celebrata sin dalle popolazioni più antiche. È per questo che conoscerete la fonte sacra di Su Tempiesu e la fonte di Sa Sedda 'e Sos Carros, entrambe dedicate al culto delle acque e ognuna con caratteristiche costruttive affascinanti e singolari. La Terra, invece, elemento complementare dell’acqua nel processo di creazione, è vista come una madre nel cui grembo siamo nati tutti, esseri umani, animali e piante e a cui tutti torniamo, alla fine di quella vita che ci è stata donata. In questa prospettiva, si inserisce la visita del Museo archeologico di Nuoro, custode di alcune statuine della Dea Madre che, adorata ed evocata nei culti più antichi, è al centro di costruzioni megalitiche come le Tombe di Gigante. La Terra, che non può prescindere dal sostentamento dell’uomo, è, infine, alla base dell’evento Cortes Apertas che celebra i frutti propri in un circuito che coinvolge diversi borghi del centro Sardegna. Insieme vivrete esperienze indimenticabili tra cibo e vino, ammirando, nel contempo, i manufatti realizzati da artigiani e artisti locali che dalla loro terra traggono ispirazione.
Il tour in breve
  • Relax al mareRelax al mare
  • A contatto con la popolazioneA contatto con la popolazione
  • Escursioni e trekkingEscursioni e trekking
  • CulturaCultura
Idea di viaggio proposta da
Carlo l'esperto/a locale Italia

Partecipanti

da 10 a 15 persone
Durata
7 giorni
Prezzo a partire davoli internazionali esclusi
1.145 €
Il tuo tour
Accenni di archeologia: da Su Tempiesu al museo Asproni 

Giorno 1: Accenni di archeologia: da Su Tempiesu al museo Asproni 

Olbia, ore 14 - Appuntamento con la guida e partenza in pullman Nella giornata inaugurale, dopo la presentazione dei partecipanti e del tour, punterete dritti verso Orune, nella Barbagia di Nuoro, a visitare uno dei fiori all’occhiello dell’archeologia nuragica: Su Tempiesu, una fonte sacra monumentale destinata al culto delle acque risalente al XIII secolo a.C. La copertura della fonte a doppio spiovente e l’ingegnoso sistema di canalizzazione delle acque sono solo alcune delle particolarità sorprendenti di questo monumento. Proseguirete, a seguire, verso Nuoro, principale centro della Barbagia, e visiterete il suo Museo Archeologico dove, tra reperti antichi, incluse delle statuine della dea madre, conoscerete un po’ di storia della Sardegna a partire dal Neolitico. Effettuerete, infine, il check-in in hotel. La cena è libera. - Distanza in pullman: 140 km Alloggio: Hotel Il Grillo (Nuoro) o similare
Tappe:
Barbagia,Nuoro

Di Arte e Tradizioni Sarde

Giorno 2: Di Arte e Tradizioni Sarde

Colazione e check-out La giornata si apre dal museo d’arte Man di Nuoro, custode di una vasta collezione di dipinti e sculture di artisti sardi profondamente legati ai simboli della loro terra, e che spesso ospita mostre temporanee di artisti di ogni parte del mondo.  Vi trasferirete, poi, a Dorgali per partecipare all’evento Cortes Apertas, tra botteghe di maestri artigiani e punti ristoro, in cui assaporare i piatti della cucina tipica, sparsi per le vie del paese. Un’occasione unica per conoscere le antiche usanze della gente del posto e apprezzarne i loro saperi. Check-in in hotel e sistemazione in camera - Colazione inclusa, pranzo e cena liberi ​- Distanza in pullman: 30 km Alloggio: Albergo Diffuso Ghivine (Dorgali)
Tappe:
Nuoro,Dorgali,Barbagia

La misteriosa Valle di Lanaitho

Giorno 3: La misteriosa Valle di Lanaitho

La giornata si svilupperà interamente nel territorio di Oliena nella maestosa Valle di Lanaitho e comincerete con la visita del villaggio nuragico Sa Sedda ‘e Sos Carros, antica fucina nuragica e area sacra dove abluzioni e altri riti religiosi legati al culto delle acque venivano praticati. A poca distanza si trovano le grotte Sa Oche e Corbeddu, quest’ultima, famosa per essere stata il rifugio di un pericolosissimo bandito. Dopo il pranzo in agriturismo scoprirete Su Gologone, una risorgiva carsica dai colori iridescenti che alimenta il fiume Cedrino. Spesso citato nei romanzi di Grazia Deledda, i più sportivi lo potranno risalire in canoa, immersi in una vegetazione ricca e lussureggiante. Rientro in hotel e cena - Colazione, pranzo e cena inclusi - Escursione in kayak: 2 ore circa ​- Distanza in pullman: 40 km Alloggio: Albergo Diffuso Ghivine (Dorgali)
Tappe:
Barbagia,Oliena

Il merviglioso Golfo di Orosei 

Giorno 4: Il merviglioso Golfo di Orosei 

Parlare di tour legati all’elemento Acqua e non parlare del mare e delle meravigliose spiagge della Sardegna sarebbe impossibile. E lo scoprirete effettuando un'emozionante mini crociera nel Golfo di Orosei dove, tra calette da sogno incastonate tra alte falesie, avrete la possibilità di affondare lo sguardo e di nuotare in un mare trasparente e dai colori più intensi di una piscina. Sulla via del rientro in hotel sosterete alla tomba dei giganti di S'ena 'e Thomes (1600 a.C. circa), un vero gioiello dell’archeologia nuragica per la bellezza e l’ottimo stato di conservazione della sua stele centinata. Dinanzi a essa comprenderete l’affascinante simbologia legata al richiamo della vita e della rinascita racchiusa in questa tipologia di sepoltura collettiva di derivazione dolmenica. Ritorno in hotel e cena - Colazione, pranzo (in barca) e cena inclusi - Durata Crociera nel Golfo di Orosei: 6 ore circa ​- Distanza in pullman: 25 km Alloggio: Albergo Diffuso Ghivine (Dorgali)
Tappe:
Dorgali

Gorropu, folks!

Giorno 5: Gorropu, folks!

Dopo la colazione e il check-out, raggiungerete il passo montano di Ghenna Silana, nel pieno Supramonte, dove un sentiero in discesa, immerso tra maestosi e silenziosi paesaggi naturali ricchi di endemismi, vi condurrà fino alla straordinaria Gola di Gorropu. Gorropu (che in lingua sarda significa proprio gola) è un monumento naturale scavato dal Rio Flumineddu, che vi impressionerà per le pareti alte, o profonde a seconda della prospettiva, fino a 500m!, e per le poderose rocce situate lungo il sentiero della gola. Degna conclusione della giornata, sarà un aperitivo con degustazione di vini autoctoni del territorio e, per chi volesse, del famoso e inimitabile filu ‘e ferru, la tipica grappa sarda.  Check-in in hotel e sistemazione in camera - Colazione e pranzo al sacco inclusi; cena libera - Difficoltà trek: turistico; Durata: 6 ore circa; Lunghezza: 10 km ​- Distanza in pullman: 65 km Alloggio: Hotel Il Grillo (Nuoro) o similare
Tappe:
Nuoro,Dorgali

Archeologia nuragica e paesaggi fiabeschi 

Giorno 6: Archeologia nuragica e paesaggi fiabeschi 

Questa giornata sarà dedicata quasi interamente alla scoperta di alcune perle del patrimonio archeologico del nuorese.  Prima attrazione è l’area archeologica di Gremanu. Immersa in un suggestivo bosco di roverella, la presenza di fonti, pozzi, vasche e canalette suggerirono, fin dai primi scavi, l’idea che si trattasse di un acquedotto, l’unico di origine nuragica finora scoperto. Poco più a valle, un temenos, che visto dall’alto rassomiglia incredibilmente a un fallo, cinge tre tempietti in cui, verosimilmente, le popolazioni nuragiche, si radunavano per le funzioni religiose. Un luogo che rimarrà impresso per l’energia che riesce a trasmettere. Proseguirete, poi, alla volta del nuraghe Dronnoro. I nuraghi sono delle torri tronco-coniche che costellano il paesaggio interno della Sardegna, e testimoni di una civiltà durata più di mille anni, quella nuragica. Essi rappresentavano il centro della vita sociale e le funzioni esercitate sono ancora dibattute: fortezze a difesa del villaggio o dimore di egocentrici capiclan? Luoghi di culto o di osservazione astronomica? Pervasi da questo interrogativo vi fermerete per il pranzo. Di pomeriggio vi attende il sito archeologico di S'Arcu e Is Forros. Un’area dotata di piccoli templi e fucine per la produzione di oggetti metallici. Un altro luogo suggestivo con Punta La Marmora – il tetto della Sardegna – sullo sfondo. Concluderete le esperienze giornaliere con una breve camminata alle piscine e cascate di Bau Mela, un'oasi naturalistica dove l’acqua di un torrente, erodendo imponenti rocce di granito, ha creato delle vasche in cui è possibile trovare ristoro e farsi un bagno nell'acqua fresca, soprattutto nei mesi particolarmente caldi. Ritorno in hotel - Colazione e pranzo inclusi, cena libera - Distanza in pullman: 140 km Alloggio: Hotel Il Grillo (Nuoro) o similare
Tappe:
Fonni

Museo Deleddiano, giro panoramico sul Monte Ortobene e saluti finali

Giorno 7: Museo Deleddiano, giro panoramico sul Monte Ortobene e saluti finali

Colazione e check-out È il giorno conclusivo e delle ultime perle da inserire nell’album dei ricordi dedicato al vostro Tour. Inizierete dal Museo Deleddiano, che espone manoscritti originali, documenti e oggetti personali della scrittrice sarda Grazia Deledda, vincitrice del premio Nobel per la Letteratura nel 1926. Salirete, per concludere, sul lussureggiante Monte Ortobene di Nuoro, per ammirare i suoi vasti panorami e la mitica statua del Cristo Redentore, fatta posizionare da Papa Leone XIII in occasione del Giubileo del 1900. Trasferimento a Olbia o, a richiesta, all’aeroporto Costa Smeralda, e FINE TOUR (ore 13 circa). - Colazione inclusa, pranzo libero ​- Distanza in pullman: 105 km
Tappe:
Nuoro
Informazioni pratiche
Prezzo a partire da1.145 € a persona
Partecipantida 10 a 15 persone
Voli internazionaliNon incluso
Il prezzo includeGuida
Il prezzo includeDriver
Questa idea di viaggio non ti piace?
Vedi tutti i tour in Italia (19)
Altre idee di viaggio
Altri viaggi in Italia che ti potrebbero interessare
Lasciati ispirare dai viaggi proposti dalle agenzie locali