Compensazione emissioni CO2 stimate
Dalle montagne dello Svaneti alla valle del Vorotan

ArmeniaDalle montagne dello Svaneti alla valle del Vorotan

Scopri la destinazione
Un viaggio straordinario e approfondito in due Paesi dalla cultura millenaria, con visite a luoghi d'incredibile bellezza, circondati da vette selvagge e natura possente e incontaminata, dove il tempo sembra essersi fermato e la storia affonda le sue radici più profonde. Un viaggio di scoperta dedicato ai veri viaggiatori che non si accontentano di dire di esserci stati ma che vogliono poter raccontare di esperienze uniche, vissute a contatto con la gente e con i luoghi, possibili soltanto se il viaggio si svolge al di fuori dei circuiti turistici più battuti. Un itinerario che sfiora i monti del Caucaso Maggiore, grazie al quale si scopriranno alcuni dei territori più impervi della regione, dallo Svaneti in Georgia, con le famose torri di difesa che si stagliano alte sulle abitazioni di villaggi circondati da alte cime, fino alla profonda e lussureggiante Valle del Vorotan, nell’estremo sud dell’Armenia, con uno dei più bei monasteri di tutto il Caucaso.
Idea di viaggio proposta da
Arpine l'esperto/a locale Armenia
Durata
15 giorni
Prezzo a partire davoli internazionali esclusi
2.370 €
Idea di viaggio da personalizzare
Benvenuti in Armenia

Giorno 1: Benvenuti in Armenia

Dopo il vostro arrivo all’aeroporto internazionale di Yerevan, vi aiuteremo a passare tutti i controlli e sarete trasferiti in albergo. Il resto della giornata sarà a vostra disposizione libera, per rilassarvi dal lungo volo o per fare i primi passi a Yerevan. ​- Trasferimento al hotel - Pernottamento a Cascade Hotel 3*
Tappe:
Yerevan

Il Monastero della Lancia e la Sinfonia delle Pietre 

Giorno 2: Il Monastero della Lancia e la Sinfonia delle Pietre 

Dopo la prima colazione, visiterete la città di Yerevan con il Museo di Stato di Storia Armena, Piazza della Repubblica, Northern Avenue, Piazza del Teatro dell'Opera Armena, Cascade Complex, l’immensa scalinata che ospita al suo interno il museo d’arte contemporanea di Gerard Cafesjian. Partirete poi per la regione di Kotayk per visitare il tempio di Garni, un tempio ellenistico romano fatto edificare dal re armeno Tiridate. Visiterete il monastero rupestre di Ghegard, che prende il nome dalla lancia che trafisse il costato di Cristo e che qui venne conservata per diversi secoli. Poi segue una breve discesa nella gola del fiume Azat, famosa per le formazioni basaltiche prismatiche a base esagonale in forma di canne d’organo che sono valse a questo luogo il soprannome di “Sinfonia delle Pietre”. - Pernottamento a Cascade Hotel 3* - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Garrni,Monastery of Geghard

La fortezza tra le nuvole 

Giorno 3: La fortezza tra le nuvole 

Dopo la prima colazione in hotel si parte verso il Monte Aragats, il più alto d’Armenia, per raggiungere la fortezza di Amberd, un avamposto difensivo della piana dell’Ararat risalente al IX secolo e costruito a 2300 metri di quota. La fortezza venne più volte attaccata durante i secoli, ma solo le orde dell’esercito di Tamerlano riuscirono a espugnarla. Scenderete poi verso il monastero di Saghmosavank, in armeno il monastero dei salmi, situato sul ciglio della gola del fiume Kasagh. Partirete poi verso nord, con sosta a Rya Taza, per la visita del piccolo cimitero degli Yazidi, una minoranza di origine curdo-irachena che professa una religione antichissima derivata allo zoroastrismo, mescolata a riti islamici e cristiani. Finalmente arriverete a Gyumri. - Pernottamento a Kasa Foundation B&B - Pasti inclusi: colazione

La città rupestre della Regina Tamar

Giorno 4: La città rupestre della Regina Tamar

Dopo la colazione si parte verso il confine armeno-georgiano di Bavra, cambierete la guida e il trasporto e partirete per Borjomi. Si viaggia attraverso splendide vallate e paesaggi affascinanti, lungo la strada che discende dall’altipiano armeno. Sosterete alla fortezza di Khertvisi e proseguirete per Vardzia, uno dei luoghi più incredibili della Georgia. È una città rupestre, fondata nel XII secolo dalla regina Tamar, scavata nella parete rocciosa di una collina a picco sulla valle del fiume Kura, dove ancora oggi sono visitabili una chiesa con affreschi ben conservati, cantine per il vino, refettori e centinaia di dimore scavate fino a una profondità di 50 metri nella roccia. - Pernottamento a Borjomi Underwood Hotel 3* - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Borjomi,Vardzia

La grotta di Prometeo 

Giorno 5: La grotta di Prometeo 

Si parte per Kutaisi con una sosta al monastero di Ubisa, risalente al IX secolo e famoso per gli affreschi della chiesa principale risalenti al XII secolo. Arriverete a Kutaisi e visiterete la cattedrale di Bagrati, costruita nell'XI secolo e recentemente ricostruita dopo essere rimasta per secoli in rovina. Visiterete anche la "Grotta di Prometeo", una delle grotte più ricche e sorprendenti in Europa, caratterizzata dalla presenza di fiumi sotterranei e da stalattiti e stalagmiti affiancate che sono un vero capolavoro architettonico naturale. È anche possibile percorrere, oltre che a piedi, il percorso in barca lungo il fiume sotterraneo. - Pernottamento a Terrace Hotel 3* - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Kutaisi

Dalla pianura alle montagne del Caucaso

Giorno 6: Dalla pianura alle montagne del Caucaso

Dopo la prima colazione si parte verso Martvili, nella regione di Megrelia, dove si visiterà il bellissimo canyon del fiume Abasha. Per molti milioni di anni l'acqua ha scavato una magnifica gola nelle rocce di calcare, con una profondità che raggiunge i 40 metri, sul fondo della quale fluisce il fiume stesso. Si prosegue verso la regione dello Svaneti, nel nord-ovest della Georgia, famosa per i picchi sempre innevati della catena del Caucaso Maggiore, i laghi e le antiche torri costruite dalla popolazione locale, gli Svan. Arriverete a Mestia, una città dove si potranno ammirare le tante di torri d'avvistamento e residenziali e alcune chiese medioevali. - Pernottamento a Villa Mestia Hotel 3* - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Mestia,Martvili

Le torri dello Svaneti e il villaggio più elevato d’Europa

Giorno 7: Le torri dello Svaneti e il villaggio più elevato d’Europa

Dopo la prima colazione si parte con mezzo 4x4 verso Ushguli. L'Alto Svaneti (cargo Zemo-Svaneti), una vallata scavata dal fiume Inguri, è stata inclusa nell'elenco del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Le torri residenziali, costruite principalmente nei secoli IX-XII, sono la cosa che più contraddistingue la zona, oltre che le chiese ortodosse ben conservate. Ushguli è un piccolo villaggio dell’alto Svaneti e l’insediamento più elevato in Europa, essendo l’abitato a un'altitudine di 2.200 metri. Qui si trovano le vette più alte del Caucaso, tra cui il Monte Shkhara (5.193 metri) il più alto della Georgia, e le case–fortezza medioevali costruite a scopo difensivo, che sono rimaste inalterate nei secoli e che conservano tutto il loro fascino medioevale. - Pernottamento a Villa Mestia Hotel 3* - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Svaneti,Mestia

Dalle montagne del Caucaso alla seconda città della Georgia 

Giorno 8: Dalle montagne del Caucaso alla seconda città della Georgia 

Dopo la prima colazione si rientra verso Kutaisi, con sosta a Zugdidi per la visita del palazzo-museo di Dadiani. Proseguirete a Kutaisi per la visita del Monastero di Gelati, fondato dal re Davit, il Costruttore, nel 1106 come centro della cultura cristiana. All'interno del monastero, che ospita anche la tomba del re, la Cattedrale della Vergine ha un ciclo di affreschi tra i più sgargianti di tutte le chiese georgiane. - Pernottamento al Terrace Hotel 3* - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Kutaisi,Zugdidi,Gelati Monastery

La città natale di Stalin e l'antica capitale

Giorno 9: La città natale di Stalin e l'antica capitale

Oggi si parte per Gori, la città natale di Stalin. Visiterete il Museo Stalin, un imponente edificio costruito nei pressi della casetta di mattoni dove Stalin visse con la famiglia per quattro anni. Arriverete a Mtskheta, l’antica capitale della Georgia, città sorta alla confluenza dei fiumi Aragvi e Kura, oggi patrimonio dell’UNESCO. Visiterete il monastero di Jvari, un capolavoro dell'architettura cristiana medioevale che sorge su una collina in posizione dominante sulla città, e scenderete verso il centro dove si farà una breve passeggiata e si visiterà la Cattedrale di Svetitskhoveli. Poi continuerete verso Tbilisi. - Pernottamento al Dolabauri Hotel - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Jvari,Mtskheta,Tbilisi,Uplistsikhe

Alla scoperta della capitale

Giorno 10: Alla scoperta della capitale

Dopo la colazione, visita di Tbilisi, capitale della Georgia situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia lungo la storica “Via della Seta”. La visita a piedi della città comincia con la chiesa di Metekh, proseguimento alla Fortezza di Narikala, che si raggiungerà con una moderna cabinovia, che parte dal Parco di Rike. Discesa a piedi al quartiere di Abanotubani con le sue cupole in mattoni a copertura delle terme sulfuree rese famose da Dumas e Pushkin, dove si trovano a poca distanza fra loro una chiesa, una sinagoga, e una moschea. Proseguimento alla Cattedrale di Sioni, dove è custodita la reliquia della croce di Santa Nino, la suora evangelizzatrice della Georgia, e poi alla Basilica di Anchiskhati, la più antica della città. Visita al Tesoro Archeologico del Museo Nazionale della Georgia e passeggiata lungo il Corso Rustaveli, la via principale di Tbilisi, dove sorgono il municipio, il palazzo del Vice Re, il Teatro Rustaveli, l’Opera ecc. - Pernottamento al Dolabauri Hotel - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Tbilisi

Il rientro in Armenia e la Valle del Debed

Giorno 11: Il rientro in Armenia e la Valle del Debed

Dopo la prima colazione partenza per il confine georgiano-armeno di Sadakhlo, cambio di trasporto e guida e proseguimento per Akhtala, una delle poche chiese in Armenia con le pareti affrescate con dipinti, eseguiti tra il 1205 e il 1216, che rappresentano uno dei più begli esempi di arte bizantina al di fuori dell'Impero di Bisanzio. Proseguimento al monastero di Haghpat, l’esempio più importante dell’architettura religiosa medievale armena, costruito nel X secolo e oggi Patrimonio UNESCO. Arrivo a Dilijan, una piccola località soprannominata la “Svizzera d’Armenia” per i fitti boschi che la circondano. - Pernottamento al Toon Armeni Guesthouse 3* - Pasti inclusi: colazione

Lo Smeraldo d'Armenia e la Via della Seta 

Giorno 12: Lo Smeraldo d'Armenia e la Via della Seta 

Dopo la prima colazione, partenza verso il Lago di Sevan, soprannominato lo "Smeraldo d'Armenia" per il colore delle sue acque e uno dei laghi alpini d’acqua dolce più elevati al mondo. Sosta alla penisola di Sevan, sulla cui sommità sorge il Monastero di Sevanavank, dal quale si aprono splendide viste sul lago e sulle montagne circostanti. Proseguimento per Noratus, un villaggio famoso per il suo cimitero monumentale con oltre ottocento Khatchkar. Sosta al Caravanserraglio degli Orbelian, un'importante stazione lungo la via della seta, che testimonia la rilevanza dell’Armenia come importante snodo commerciale tra Oriente e Occidente. Visita dei resti dell’antico osservatorio di Qarahunj, un sito megalitico risalente all'Età del Bronzo che sorge su un’altura cinta da montagne, soprannominato lo “Stonehenge d’Armenia”. - Pernottamento al Mthnadzor Hotel 3* - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Goris,Noratus,Lake Sevan

La valle del Vorotan e la miglior vista del Monte Ararat 

Giorno 13: La valle del Vorotan e la miglior vista del Monte Ararat 

Dopo la prima colazione, partenza per Halidzor da dove, con “Le Ali di Tatev”, la funivia più lunga del mondo, si raggiungerà il monastero di Tatev, il più grande monastero dell'Armenia meridionale, che sorge su una fortificazione naturale a dir poco fiabesca ai margini della ripida gola del fiume Voratan. Proseguimento verso Noravank, opera dell’architetto Momik, circondato da aspre montagne rocciose di colore grigio e rosso. Visita del monastero di Khor Virap, dominato dal profilo innevato del grandioso Monte Ararat, in posizione suggestiva nei pressi del confine con la Turchia. - Pernottamento al Cascade Hotel 3* - Pasti inclusi: colazione

Il Vaticano Armeno

Giorno 14: Il Vaticano Armeno

Dopo la prima colazione, tempo a disposizione per la visita del mercato all'aperto Vernissage, un’occasione unica per trovare oggetti tipici dell’artigianato armeno. Partenza per Echmiadzin, soprannominata “il Vaticano armeno”. Visita della Cattedrale Mayr Ator, la prima cattedrale del Mondo Cristiano, e della chiesa di S. Hripsime, che ospita nella cripta la tomba della santa martire. Visita delle rovine della Cattedrale di Zvartnots (patrimonio mondiale UNESCO). Visita del Memoriale al Genocidio Armeno sulla collina di Tsitsenakaberd, la Fortezza delle Rondini, un complesso dedicato al milione e mezzo di armeni morti per mano dei Turchi Ottomani nel 1915.  - Pernottamento al Cascade Hotel 3* - Pasti inclusi: colazione
Tappe:
Zvart’nots’,Yerevan,Echmiadzin

Rientro a casa

Giorno 15: Rientro a casa

Oggi è la fine del programma. A programma del vostro volo di rientro, potrete fare un'ultima passeggiata prima di essere trasferiti dal vostro albergo all'aeroporto internazionale di Yerevan. - Pasti inclusi: colazione - Trasferimento all'aeroporto
Informazioni pratiche
Prezzo a partire da2.370 € a persona
Voli internazionaliNon incluso
Il prezzo includeGuida
Il prezzo includeDriver
Il prezzo includeTrasferimento aeroporto
Prenota il tuo volo Italia - Armenia

I voli internazionali non sono inclusi in questo viaggio. Puoi chiedere alla tua agenzia locale di aiutarti a selezionarli attraverso il nostro partner Option Way in modo che tu possa poi prenotarli:

  • Un sito semplice da usare
  • Prezzi tutto incluso senza sorprese e spese nascoste
  • L'agenzia di Arpine verrà informata in caso di modifica dei voli

Chiedi consiglio alla tua agenzia locale, oppure visita il sito del nostro partner.

Questa idea di viaggio non ti piace?
Vedi tutti i tour in Armenia (16)
Altre idee di viaggio
Altri viaggi in Armenia che ti potrebbero interessare
Lasciati ispirare dai viaggi proposti dalle agenzie locali