Compensazione emissioni CO2 stimate
Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?
Islanda

Qual è il miglior periodo per partire in Islanda?

L'Islanda è una terra incantata in cui ad avere la meglio sono paesaggi unici al mondo e colori indimenticabili. Il periodo migliore per partire per chi ha intenzione di addentrarsi nel profondo Nord è l'estate. I meno avventurosi possono partire anche in primavera e autunno. L'inverno con le sue giornate molto brevi, è ideale per chi almeno una volta nella vita vuole vedere un'aurora boreale. 

In generale

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
La stagione migliore per un viaggio in Islanda è l'estate. In questo periodo, le temperature sono gradevoli e le giornate particolarmente lunghe. Perfetti per una visita delle zone meridionali dell'Islanda sono anche maggio o e settembre. Chi vorrebbe vivere almeno una volta nella vita la magia dell'aurora boreale e vivere quasi per tutto il giorno senza la luce del sole deve invece mettere in programma la partenza tra ottobre ed aprile. 

Il viaggio in Islanda su misura per te

L'Islanda in estate, il miglior periodo

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Da giugno ad agosto 

In estate, l'Islanda mostra il suo volto migliore: gli altipiani, il Nord-Ovest ed il Nord di questa terra si tingono di colori unici e tutti da scoprire. Senza dubbio, in questo periodo si ha la possibilità di immergersi nella natura più incontaminata e rigogliosa, beneficiando di un clima gradevole e soleggiato. A proposito di altipiani: prima di partire è utile sapere che si tratta di una zona in cui non sono presenti strutture alberghiere né punti di ristoro e che quindi offre la possibilità di vivere un'esperienza autentica e selvaggia da effettuare sia in bici che a piedi. Anche il Nord-Ovest dell'Islanda è una regione selvaggia e ospita molti piccoli villaggi di pescatori. Proprio da questa regione è possibile partire alla volta dei fiordi e per scoprire tutta la bellezza di questa grandiosa terra.

Meta da visitare in estate è anche la città di Akureyri in cui, oltre alla natura, si possono conoscere le tradizioni e le tipicità del popolo islandese. Le zone più settentrionali dell'Islanda possono essere visitate in ogni periodo dell'anno a seconda dell'esperienza che si ha intenzione di fare: cascate e campi di lava, il celebre canyon del parco nazionale di Vatnajökull e Dettifoss, la cascata più imponente d'Europa sono solo alcune delle location da non perdere sia in inverno, quando il clima è più rigido, che in estate, quando il cielo è limpido e le giornate sono più lunghe. 

Il miglior periodo per visitare Reykjavík e il Sud-Ovest

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Da maggio a settembre

L'Islanda è una destinazione perfetta per una partenza in ogni periodo dell'anno. Ovviamente, tutto dipende dalla tipologia di esperienza che si ha intenzione di fare. Chi, ad esempio, vorrebbe conoscere Reykjavík e il Sud-ovest di questa meravigliosa terra può scegliere il periodo che va da maggio a settembre, in cui le temperature sono gradevoli e le giornate soleggiate. Tra l'altro, Reykjavík è una città davvero ricca di vita, molto animata e nelle giornate di sole è ancor più affascinante. Con un perfetto mix di dinamismo e relax, Reykjavík è la città perfetta per una passeggiata all'aria aperta tra caffè, ristoranti, luoghi culturali ed eventi musicali. Da non perdere nei dintorni di Reykjavík sono il Cerchio d'Oro e i villaggi di pescatori di Eyrarbakki e di Stokkseyri. 

Il miglior periodo per visitare l'est dell'Islanda

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Da maggio a settembre

Nel periodo che va da maggio a settembre, in Islanda dell'est le temperature sono gradevoli e le attrazioni turistiche tutte pressoché aperte. Attenzione, però: l'estate non è l'unica stagione perfetta per scoprire l'est di questa terra. Anche in autunno e in primavera ad esempio si ha la possibilità di ammirare panorami da cartolina e in inverno si ha la possibilità di rimanere letteralmente ammaliati dall'aurora boreale. Di sicuro, in estate i fiordi dell'Islanda orientale regalano paesaggi mozzafiato, tra il blu dell'acqua, la tranquillità dei porti e la bellezza delle cascate circostanti. Nell'entroterra, invece, è possibile andare alla scoperta di un lago immenso e della più grande foresta islandese. 

Il miglior periodo per fare delle escursioni in Islanda

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Da giugno ad agosto

Il periodo migliore per effettuare escursioni in Islanda è quello che va da giugno ad agosto. In questo lasso di tempo i paesaggi saranno sublimi e il clima perfetto. A patto che non si decida di spingersi troppo a Nord, le escursioni possono essere programmate anche in primavera o in autunno. Anche in questi periodi è possibile vivere emozioni genuine e irripetibili.  Dal sentiero Laugavegurinn fino a raggiungere Landmannalaugar e Þórsmörk, Skaftafell, Kerlingarfjöll, Jökulsárgljúfur, il Gran Canyon d'Islanda, il circolo polare artico partendo, Hornstrandir: sono queste solo alcune delle destinazioni ideali per un'escursione in Islanda! 

Il miglior periodo per godersi le fonti termali in Islanda

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Tutto l'anno

L'Islanda è nota per le sue numerose fonti geotermiche. Durante una visita in Islanda, pertanto, è assolutamente d'obbligo fare almeno un bagno a Blue Lagoon, la località balneare più turistica del Paese. Non solo: tra i luoghi termali da visitare ci sono anche la quieta Krossneslaug, i bagni di Mývatn, quelli di Lýsuhólslaug e la piscina di Hofsos, sulla riva di un fiordo. In queste location è possibile immergersi durante tutto l'arco dell'anno e beneficiare delle calde acque termali. 

Quando partire in famiglia per l'Islanda?

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
Per viaggiare in famiglia in Islanda, è preferibile partire a luglio o agosto. Durante questo periodo, le temperature sono piacevoli e ti permettono di goderti le escursioni nella natura selvaggia e gli splendidi paesaggi dell'Islanda. Un viaggio in Islanda d'inverno offre l'opportunità di dedicarsi ad attività insolite, come escursioni sui ghiacciai o bagni all'aperto nelle sorgenti termali. È anche il momento ideale per osservare le aurore boreali che illuminano la notte polare tra settembre e aprile. Estate o inverno, lo spettacolo della Natura ti aspetta in Islanda!

Qual è il periodo migliore per andare in Islanda?

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
Il periodo migliore per osservare le aurore boreali in Islanda va da novembre a marzo, quando le notti sono più lunghe e più scure, ma puoi avvistarle anche da settembre ad aprile. Il momento ideale è intorno al solstizio d'inverno, verso metà dicembre. Tieni presente che le aurore boreali sono un fenomeno naturale imprevedibile correlato alle eruzioni solari. Controlla la previsione dell'aurora sulla meteo: è fondamentale che il cielo sia sereno. Per aumentare le tue possibilità di avvistare le aurore boreali in Islanda, i nostri esperti locali possono consigliarti guide specializzate che ti diranno tutto su questo fenomeno magico.

Quando partire per un roadtrip in Islanda?

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
La migliore stagione per un viaggio in Islanda è l'estate, da giugno ad agosto. Le giornate sono più lunghe e le temperature sono miti, con una media di circa 15°C. È il momento ideale per avvistare le balene al largo delle coste. Se invece desideri osservare le aurore boreali, dovrai fare il tuo roadtrip in Islanda in inverno! I mesi migliori per un roadtrip in Islanda durante l’inverno sono febbraio e marzo, con temperature che variano da -10°C a 5°C. Ricorda comunque di proteggerti dal vento glaciale che soffia forte durante tutto l'inverno.
11 contributi

Idee di tour

  • Scopri la destinazione
Meraviglie invernali e aurora boreale in self-drive
8 giorni (a persona) 1.160 €
  • Viaggio di esplorazione
Gli altopiani islandesi in 4x4 e le Isole Vestmannaeyjar
12 giorni (a persona) 3.100 €
  • Scopri la destinazione
Tour estivo per famiglie
12 giorni (a persona) 2.500 €