Covid-19 - Dove partire?Scopri le destinazioni
Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?
Asilah

Asilah (Marocco)

Informazioni utili su Asilah

  • Famiglia
  • Spiaggia / Stazione balneare
  • Porto
  • Arte & Cultura
3 / 5 - 2 recensioni
Come andarci
A 1 ora di auto da Tangeri
Quando partire?
Da Aprile a Giugno
Quanto tempo?
2 - 3 giorni

Asilah: Recensioni dei viaggiatori

Latéfa Faïz Grande viaggiatore
176 recensioni scritte

Località balneare ricca di fascino, Asilah è una tappa privilegiata del turismo di massa: ti schiuderà le meraviglie della costa settentrionale che impreziosirà non poco le tue vacanze in Marocco .

Il mio consiglio:
Attenzione ai bagarini, che offrono ai turisti indirizzi dove alloggiare: tuttavia, il rischio di subire una frode è molto alto.
La mia opinione

Mi è molto piaciuto passeggiare tra i vicoli della medina e lungo i suoi bastioni. L'antico dominio coloniale spagnolo è ancora oggi ben visibile: la medina ha, secondo me, un po' l'aria di una città andalusa, con le finestre delle case con le tipiche sbarre di ferro e i menu dei suoi ristoranti, ricchi di tapas e paella.

La città è assai pittoresca, con le facciate delle sue case imbiancate a calce, di un bianco scintillante intarsiato da una tavolozza infinita di blu nelle porte e nelle persiane; e talvolta, su alcune pareti è possibile ammirare persino affreschi colorati. Un paesaggio davvero fotogenico! Asilah è famosa per le sue gallerie d'arte e i suoi spazi espositivi, tra cui il Centro Hassan II per gli incontri Internazionali.

Ma se preferisci le spiagge di sabbia dorata, allora dovresti andare, preferibilmente nel corso della stagione primaverile, alla Spiaggia del Paradiso, a 3 km a sud di Asilah; in estate le spiagge sono infatti parecchio affollate.

Vista di Asilah
Stéphanie Charbit Grande viaggiatore
73 recensioni scritte

Occupata in successione dai cartaginesi, i romani, i portoghesi e gli spagnoli, Assila è una piccola città portuale fortificata, molto carina e che puoi scoprire da solo/a in totale libertà!

Il mio consiglio:
Ripassa il tuo spagnolo prima di venire a visitare Assila! Ancor più che a Tangeri, qui la gente ti parlerà prima di tutto in spagnolo, piuttosto che in francese o in inglese...
La mia opinione

A Tangeri per qualche giorno, dopo due settimane in Andalusia, tutti mi consigliano di andare per una giornata ad Assila, che si trova a una quarantina di chilometri da lì. Dopo un'ora appiccicata ad altri in un taxi collettivo, arrivo ad Assila a fine mattinata. La città vecchia, la medina, è tutta blu e bianca ed è famosa per i suoi artisti locali. Infatti, non è raro imbattersi in opere di street art ed essere invitati a entrare nelle diverse gallerie.

Passeggio sui bastioni che costeggiano l'oceano Atlantico e mi perdo nelle stradine. La città è molto turistica e i commercianti di souvenir sono numerosi. La medina non è molto grande, quindi decido di andare anche a vedere una spiaggia situata a 5 km di distanza, apparentemente molto bella e che sorprendentemente porta un nome diverso in base alla lingua utilizzata: "Cueva de los manos" in spagnolo o "Paradise beach" in inglese.

5 km, non è lontana, eppure è molto complicato arrivarci! I taxi chiedono un prezzo proibitivo perché ti portano sul posto, attendono e ti riportano indietro. Incontro un marocchino che mi propone di andare con lui, la puzza di truffa si sente da lontano ma mi lancio lo stesso nell'avventura perché ho davvero voglia di visitare questa spiaggia! Alla fine, la spiaggia è carina ma niente di più, inoltre il cielo si è coperto e fa anche fresco. Bene... Resto ancora un momento, poi trovo delle persone che ritornano ad Assila in macchina e che accettano di darmi un passaggio. Per fortuna, perché senza di loro forse sarei ancora lì!

La medina di Assila

Tour e soggiorni Asilah

  • Grandi classici
Il Nord tra città imperiali e rotte insolite
10 giorni (a persona) 1.120 €
Esperienza aggiunta!
Aggiungi altre esperienze al tuo progetto prima di inviarlo all'agenzia locale
Scopri il tuo progetto di viaggio