Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Zunil

Informazioni utili su Zunil

  • SPA & massaggi
  • Luoghi o Monumenti religiosi
1 / 5 - Un recensione
Come andarci
A 30 minuti di autobus da Xela (Quetzaltenango) o a 15 minuti di macchina
Quando partire?
Tutto l'anno
Quanto tempo?
Qualche ora

Zunil: Recensioni dei viaggiatori

Mikaël Faujour Grande viaggiatore
19 recensioni scritte

Ai piedi dell'omonimo vulcano, un villaggio indigeno tra cristianesimo e paganesimo.

Il mio consiglio:
Organizza una giornata tra le Fuentes Georginas (situate sul vulcano Zunil) e una visita rapida del villaggio... comunque non indispensabile.
La mia opinione

La città di Zunil non presenta molte attrazioni, eccezion fatta per la sua chiesa risalente al XVII-XVIII secolo. Ho visitato il villaggio per la prima volta durante la discesa dalle Fuentes Georginas (tappa obbligata di tutti i viaggiatori in Guatemala che passano per Xela), situate sul vulcano omonimo alla città. Incuriosito dalla spiegazione molto completa fornita su una guida del Guatemala, purtroppo meno conosciuta delle intramontabili "Lonely Planet" e "Routard", sono partito alla scoperta del Maximón, una sorta di santo pagano (chiamato anche San Simón) a cui si vanno a chiedere protezione e favori. Ancora oggi, quello rimane uno dei momenti più... surreali che abbia vissuto in vita mia. Solo più tardi, intervistando un antropologo, mi sono reso conto dei giochi di potere e cooptazione che c'erano dietro la Confraternita di San Simón, aspetto completamente ignorato dai turisti, che si accontentano di pagare per assistere a questi rituali.

Vivendo a Xela, ormai vado a Zunil solo per delle giornate rilassanti in famiglia o con mia moglie nella migliore struttura termale presente: Santa María, situata lungo la strada, vicino al ponte che attraversa un fiume nauseante, che dà un'idea piuttosto precisa dello stato d'ignoranza della popolazione in materia di questioni ecologiche.