Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Deserto e fortezze: alla scoperta delle kala

Ayaz Kala, Toprak Kala, Kyzil Kala... bastano i nomi per farti viaggiare con la fantasia! Con partenza da Khiva o Nukus, è una bellissima escursione da non perdere durante un viaggio in Uzbekistan.

Cotone e cappelli neri

Partita da Khiva di buon'ora, inizio la mia avventura con la traversata del mitico fiume Amu Darya. È anche la prima uscita fuori da una città del circuito. Con gli occhi bene aperti, ci godiamo i paesaggi offerti dall'entrata nel Karakalpakstan, il paese degli "uomini dal cappello nero", indossato da ogni singolo abitante che incrociamo. Cominciamo la traversata di un deserto rosso fiancheggiato da campi coltivati a cotone, riso e grano.

Poi le kala, la destinazione del giorno, appaiono all'orizzonte. Kyzil Kala, Ayaz Kala e Toprak Kala, antica capitale del Khorezm, sono delle fortezze in terracotta costruite circa nel I secolo a.C. e abbandonate circa nell'VIII secolo d.C. Se sembrano ben conservate, è perché sono state protette dalla terra che le ricopriva fino alla loro scoperta nel 1938. Ma bisogna approfittare in fretta della possibilità di vederle così bene, il turismo e la pioggia infatti le stanno deteriorando rapidamente.

Alla scoperta di Ayaz Kala

Questi luoghi sono davvero affascinanti, giganteschi e vi si riesce ancora a capire bene com'era strutturata la città. I tre siti sono molto vicini, ma ti consiglio di passare circa un'ora presso ciascuno di essi e di farti accompagnare da una guida che sarà maggiormente in grado di fornirti informazioni dettagliate sulla storia e sul funzionamento di queste belle kala. A Toprak Kala in particolare, scoprirai corti interne, nicchie decorative, alloggi della famiglia reale, armeria e tre grandi sale: la sala dei Re, la sala delle Vittorie e quella delle Guardie nere.

Una notte sotto una yurta

Chi lo desidera può passare la serata seguente a questa passeggiata alla scoperta delle kala in una yurta, nel bel mezzo del deserto, per familiarizzare con lo stile di vita nomade. I proprietari della yurta potranno anche organizzare una passeggiata a cavallo verso il lago Ayaz Kul, molto vicino alla fortezza. Tuttavia, dovrai informarti bene a seconda del periodo del tuo viaggio per sapere se il pernottamento è possibile o meno. Essendomi recata in Uzbekistan in pieno inverno, quando i turisti sono poco numerosi, le strutture d'accoglienza purtroppo erano chiuse. Questa giornata quindi si è conclusa per me con un ritorno a Khiva.

Amélie Perraud-Boulard
58 contributi
Aggiornato il 29 marzo 2016