Covid-19 - Dove partire?Scopri le destinazioni
Destinazioni
Le migliori destinazioni in Nord America
Le migliori destinazioni in Medio Oriente
Altre destinazioni in Medio Oriente
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Ecco perché è il momento di andare nelle Filippine: parola di Cristina, agente locale

Da Redazione Evaneos,

Ci sono almeno 7107 ragioni per viaggiare nelle Filippine, una per ogni isola. Ma questa volta, per farvele scoprire, abbiamo deciso di chiedere a chi se ne è innamorato a tal punto da rimanerci e farle conoscere al mondo. Ecco la nostra intervista a Cristina, agente locale nelle Filippine!

Paesaggi da sogno, esperienze meravigliose e miti da sfatare. Ecco di cosa abbiamo parlato con Cristina, ed ecco le domande in un colpo d'occhio:

  • Cosa ti ha fatto innamorare delle Filippine?

  • Quali sono i posti da non perdere quando si viaggia nelle Filippine?

  • Quando è il momento migliore per andare nelle Filippine?

  •  Che esperienze originali ci consigli?

  • Cosa sta facendo la tua agenzia in materia di turismo sostenibile?

  • Ci racconti qualche curiosità sul paese?

Cristina, come mai le Filippine? Cosa ti ha fatto innamorare?

Innamorare... questa è la parola giusta! Sai quando senti qualcosa dritto al cuore? Le famose farfalle nello stomaco? Le Filippine sono state queste per me. E non sono una persona emotiva o molto sentimentale... Ma con le Filippine è stato davvero amore: un lento innamorarsi di questo paese in continuo cambiamento. Ho vissuto in tanti paesi in giro per l’Europa e per l’Asia, ma con Manila è stato diverso. Ricordo ancora la sensazione di essere in aereo, mentre atterravo la prima volta di notte e di rimanere scioccata dall’estensione di luci, colori.

Cristina, agente locale EvaneosCristina, agente locale EvaneosCristina, agente locale EvaneosCristina, agente locale Evaneos

Posso solo dire che la mia relazione con le Filippine è come un amore lento e maturo. Cresce di giorno in giorno. Molte persone che hanno viaggiato con me se ne sono rese conto... e hanno condiviso, anche se per meno tempo, la stessa sensazione. 

Cristina, agente locale Evaneos nelle Filippine

L’Asia è meravigliosa ovunque tu vada: ricca di cultura, di storia e paesaggi. Ma le Filippine sono un’altra storia. E non solo per la loro incredibile diversità, ma anche e sopratutto per il calore umano. Non ti senti mai sola. Persino alle 4 del mattino passeggiando per Makati ti senti sicura, perche ci sarà sempre qualcuno pronto a sorriderti o a dirti: "Morning Maaaam!".

Raccontaci: quali sono i posti da non perdere quando si viaggia nelle Filippine?

Domanda difficile... è come scegliere a quale dei tuoi figli vuoi più bene! Adoro i luoghi vergini, quelli meno turistici dove prendere lo scooter ed esplorare, dove i Filippini ti invitano ancora a casa a condividere un po' di riso con loro o a cantare al karaoke (sport nazionale!). Per esempio, Camiguin è nella mia top list: selvaggia, vulcanica ma con isolotti dalla spiaggia bianca - quella che sogni quando sei in ufficio un grigio lunedì mattina - un'infinità di coralli, pesci e sopratutto tartarughe marine! Ogni volta che torno a Camiguin respiro a pieni polmoni il suo odore unico: un misto tra cocco, legna bruciata e pandesal

Altra destinazione che mi fa battere il cuore è Siargao. Non in molti la conosco ma secondo me sta diventando la nuova Palawan delle Filippine. È un’isola magica che ha molto da offrire - dallo snorkeling in piscine naturali, al paddle nelle lagune azzurrissime di Sugba Lagoon, fino al surf di Cloud 9. Per non parlare dell'infinità di alberi da cocco che costeggiano la zona nord dell’isola.

Barca sulla spiaggia dell'Isola di Coron, FilippineBarca sulla spiaggia dell'Isola di Coron, FilippineBarca sulla spiaggia dell'Isola di Coron, FilippineBarca sulla spiaggia dell'Isola di Coron, Filippine
El Nido, spiaggiaEl Nido, spiaggiaEl Nido, spiaggiaEl Nido, spiaggia

Altro grande Must delle Filippine è Palawan. Ti spiego un po' meglio: molte persone pensano che Palawan sia solo El Nido... invece no! Chiariamo il punto: Palawan è l’isola madre, mentre Coron ed El Nido sono località della medesima isola. Ecco, Palawan nella sua interezza è stupenda. Unica. Speciale. Ancora più bella se puoi permetterti il lusso di visitarla in barca, lungo una traversata di 4 giorni tra isole vergini... dove non vive nessuno eccetto te, per la notte in cui decidi di fermarti! 

Infine, la mia nuova stella nascente è l’isola di Negros. Danjugan è il mio nuovo piccolo paradiso. Non è una destinazione per chiunque: se davvero sei alla ricerca di una connessione totale con la natura, allora è il posto per te. È un lusso per i sensi: ti regala molto più di quanto tu possa darle in cambio!

Ma allora, quando è il momento migliore per andare nelle Filippine?

Adoro questa domanda perché voglio sfatare un mito: Le Filippine si possono vedere tutto l’anno! Non lasciatevi ingannare da ciò che leggete online! Sono tanti anni che vivo qui e sono tanti anni che viaggio in tutti i mesi dell’anno per le Filippine. 

Iniziate col pensare che il clima delle Filippine non è uniforme: non siamo in Europa, dove ovunque è più o meno freddo al nord e caldo al sud: qui il clima è sempre caldo... tanto caldo! La sola differenza la fanno le precipitazioni: notoriamente in tutta l'Asia ci sono mesi più umidi e mesi più secchi. 

Ora nelle Filippine queste due cose chiamate ‘’stagioni’’ (la secca e la umida) si presentano contemporaneamente, ma in zone diverse. Ecco perché ci si può viaggiare senza alcun problema tutto l’anno, basta solo sapere dove andare e lasciarsi consigliare! 

Per esempio:

  • Se vuoi vedere Batad nel pieno della crescita del riso, allora devi venire da marzo a giugno.

  • Luglio ed agosto sono perfetti per vedere la zona est delle Filippine: Siargao, Bohol, Camiguin... tante giornate di sole e un mare da sogno!

  • Se invece se più un tipo da vacanza al mare in inverno, allora ti consiglierei Boracay a dicembre. Mare trasparente, sabbia bianca come lo zucchero.

  • Per chi ama le immersioni, Tubbataha Reef ti aspetta tra marzo e giugno, dove vedrai uno dei mari con la maggiore biodiversità al mondo. 

Banaue, risaie terrazzateBanaue, risaie terrazzateBanaue, risaie terrazzateBanaue, risaie terrazzate

Non importa quando puoi viaggiare, ci sarà sempre una zona delle Filippine soleggiata, calda e pronta a mostrarti il meglio di sé!

I tifoni sono sempre meno forti e meno frequenti. Non esistono monsoni (quelli li lasciamo all’India). Se è stagione di Amihan, da settembre a maggio, il clima è secco, caldo e le piogge sono a minimi termini. Se è stagione di Habagt, da giugno a settembre, è caldo, umido e a Palawan la foresta pluviale si rinvigorisce... Altrimenti come potrebbe essere cosi verde, questo paradiso terrestre?

4. Che esperienze originali ci consigli?

Da dove cominciare? Nelle Visayas, per esempio, c’è l’imbarazzo della scelta tra Camiguin, Bohol e Siquijor. Nella prima, detta nata dal fuoco per il numero incredibile di vulcani, puoi iniziare la giornata con il trekking all’alba sulla punta del Vulcano Hibok-Hibok e seguire facendo snorkeling tra le vongole giganti (le 8 specie ermafrodite rimaste al mondo sono presenti e custodite solo qui): un caleidoscopio di colori che difficilmente si dimentica. Per finire, potrai fare un bagno sotto a una delle tante cascate nella foresta. 

Chocolate Hills a BanaueChocolate Hills a BanaueChocolate Hills a BanaueChocolate Hills a Banaue
Barriera corallina a Pescador IslandBarriera corallina a Pescador IslandBarriera corallina a Pescador IslandBarriera corallina a Pescador Island

Che dire poi delle Chocholate Hills nei pressi di Loboc, a Bohol: sono una formazione geologica (oltre1.260 colline) che si sviluppa su una superficie di più di 50 chilometri quadrati. Sono coperte in erba verde che diventa marrone (come il cioccolato) durante la stagione secca, da cui il nome. In questa zona scorre il fiume Loboc dal colore azzurro smeraldo: di notte si popola di lucciole e di un manto stellato che fa sognare anche i meno romantici. 

Cristina, cosa sta facendo la tua agenzia in materia di turismo sostenibile?

Promuovano il turismo sostenibile per le Filippine. Lavoriamo mano a mano con le comunità emarginate delle Filippine, supportando la loro economia locale e la vita dei loro abitanti nativi. Non si tratta di comunità turistiche. No! Sono vere e proprie popolazioni che vivono in zone rurali dove non hanno accesso ad acqua, cibo. Li accompagnamo per mano in un percorso di sviluppo lento, con impatto positivo per loro, per il mondo che li circonda e per le future generazioni. 

Promuoviamo il contatto con la popolazione attraverso la scelte di partner impegnati nello sviluppo responsabile delle destinazioni. Ogni viaggiatore che sceglie di scoprire il paese con noi, starà contribuendo in prima persona a questa meravigliosa missione. Il nostro obiettivo è farvi divertire, rilassare, scoprire ma anche imparare ed essere ispirati da un viaggio autentico. Si tratta di vivere in prima persona l'ospitalità calorosa della gente, tra sorrisi e paesaggi mozzafiato. 

Cristina
L'agenzia locale di
Cristina

Esperta di viaggi su misura e di lusso nelle Filippine
151 recensioni

Cristina, adesso vogliamo partire! Prima di lasciarci, ci racconti delle curiosità sulle Filippine?

Ma certo! Sapevate che Palawan è considerata l’ultimo rifugio sulla terra? Immensamente bio-diversa a livello marino e terrestre, è casa di una delle ultime specie di aquile giganti presenti al mondo, la Monkey-eating Eagle, che prende il nome dalle prede di cui va ghiotta. Si tratta di una specie endemica e in via di estinzione. Quando sei in barca in una delle baie di El Nido, guarda in alto e ammira la sua bellezza.   

Poi... sull’isola di Camiguin ci sono più vulcani che cittadine. Non sono attivi eccetto uno. Ma non vi preoccupate perché per gli amici è Pisolo. 

Sport ufficiale delle Filippine: il karaoke. Nel 99% dei casi vi ritroverete invitati ad un bicchierino di Tanduay (rhum) cantando ballate melodiche di fronte una mega karaoke, tra sorrisi ed abbracci. 

A Manila puo vivere un’esperienza culinaria indimenticabile: Toyo è stato nominato tra i 50 ristoranti migliori d’Asa. Ogni minimo dettaglio è curato, spiegato e vissuto. Provare per credere!

Grazie a Cristina per il tempo dedicato all'intervista e per il suo impegno: speriamo che il suo amore per la destinazione vi abbia raggiunto, dalle Filippine dritto al cuore.