Covid-19 - Dove partire?Scopri le destinazioni
Destinazioni
Le migliori destinazioni in Nord America
Le migliori destinazioni in Medio Oriente
Altre destinazioni in Medio Oriente
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

48 ore a Rio: cosa fare e cosa vedere?

Da Julien Hirsinger,

Una natura favolosa, spiagge da sogno e un mood infuocato: servirebbero un paio di vite per stancarsi di Rio de Janeiro. Ma con solo 48 ore a disposizione meglio partire preparati se vuoi scoprire la città-simbolo del Brasile. Ecco qualche pista per cominciare.
Scalinata nel quartiere della Lapa a RioScalinata nel quartiere della Lapa a RioScalinata nel quartiere della Lapa a RioScalinata nel quartiere della Lapa a Rio

Il Pan di Zucchero, Corcovado, festa e spiaggia a gogo: da dove cominciare questi due giorni intensivi a Rio?

Primo giorno

Mattino: il Pan di Zucchero, per colazione!

Tanto vale cominciare subito in quarta: non si può visitare Rio senza passare da questo particolare colle, vero e proprio simbolo mondiale della Cidade maravilhosa, una meravigliosa città tutta curve. Il Pan di Zucchero non aspetta altro che una bella visita, e allora partiamo subito alla sua scoperta. Dalla cima potrai godere di una vista mozzafiato sulla città e sulla sua particolare topografia, incastrata com’è tra mare e montagne, e attraversata dalla foresta tropicale. 

Vista dal Pan di Zucchero RioVista dal Pan di Zucchero RioVista dal Pan di Zucchero RioVista dal Pan di Zucchero Rio

A meno di non essere uno scalatore provetto, potrai salire in cima al mito con una teleferica a due fermate; è meglio fare la prima tratta a piedi (30 minuti circa) fino alla cima di Morro da Urca, per godersi con calma la vista sulle altre superstar di Rio: le spiagge, Corcovado e il ponte di Niteroi. Se vuoi prolungare questo giro da sogno potrai unirti al giro in elicottero per spiccare il volo dalla cima del Pan di Zucchero. Un vero piacere. 

Tarda mattinata: Corcovado

Continuiamo con un altro morro (colle) emblematico di Rio: il Corcovado, sulla cui cima si trova la statua del Cristo Redentore, eretta nel 1931 dall’architetto francese Paul Landowski. Ci si arriva in taxi oppure con un treno a cremagliera che passa in mezzo alla foresta tropicale, da cui emerge di colpo l’imponente massa del Cristo che abbraccia con un solo gesto la città intera. 

Vista del Cristo RedentoreVista del Cristo RedentoreVista del Cristo RedentoreVista del Cristo Redentore

Durante la risalita al Corcovado la vista è magnifica, ma una volta arrivati in cima il panorama è veramente indimenticabile. Da quassù si vede in un colpo solo tutta la baia di  Guanabara, con le sue spiagge, le sue isole e ovviamente il Pan di Zucchero.

Pranzo: Rio alternativa a Santa Teresa

Dal Corcovado chiedi al taxi di lasciarti a Largo dos Guimarães, nel cuore del quartiere cool di Santa Teresa, sul fianco della collina. Ville nobiliari decadenti, un’atmosfera da villaggio e stradine ripide percorse da un tram giallo: un tempo un quartiere dimenticato, oggi Santa Teresa è uno dei più alla moda della città, con i suoi caffè-concerto, i negozi alla moda e gli hotel trendy (Mama Shelter, MGallery Santa Teresa). 

Tram a Santa Teresa a RioTram a Santa Teresa a RioTram a Santa Teresa a RioTram a Santa Teresa a Rio

Il tempo vola, è già ora di pranzo! Cogli al volo l’occasione per fare un salto al Bar do Mineiro a Santa Teresa per provare la loro buonissima e abbondante feijoada, il tutto nella cornice singolare di questo locale pieno zeppo di manufatti e oggetti di ogni tipo.

Pomeriggio: Centro, la Rio urbana 

I pomeriggi a Rio possono essere caldi, soprattutto dopo una feijoada… Perchè non andare al fresco in una chiesa? Dal Largo dos Guimarães si prende il piccolo bondinho (tram) e si sfreccia a valle verso Centro; qui potrai rifugiarti dal caldo tra le pareti dorate della chiesa del Convento di Sant’Antonio. 

Teatro municipale di RioTeatro municipale di RioTeatro municipale di RioTeatro municipale di Rio

Nella zona del Centro ci sono tante cose da fare e da vedere: ammira le facciate e gli interni del Teatro Municipale e della Biblioteca Nazionale, fai un giro nel quartiere degli antiquari, e per finire fai il pieno di modernità alla piazza della Praça Mauá, sede del mirabolante Museu do Amanhã (il Museo di Domani). 

Sera: Lapa, una festa senza fine 

A poco a poco cala la notte, e arriva il momento di andare al micro-quartiere di Lapa, cuore della festa carioca. Samba, forró (musica del Nord-est), MPB (Musica Popular Brasileira) ma anche rock'n'roll: nelle stradine di Lapa ce n’è per tutti i gusti. Munitevi di un bel sorriso e di un bicchiere e unitevi alla festa; la serata comincia in una mega-disco e continua in un piccolo bar informale, passando per la zona dei graffittari e facendo una pausa per prendere un cachorros-quentes (hot-dog) da un venditore ambulante. 

Viuzza di Lapa a RioViuzza di Lapa a RioViuzza di Lapa a RioViuzza di Lapa a Rio

Secondo giorno

Mattino: un giro al fresco al Giardino botanico 

Dopo la nottata a Lapa è probabile che la mattinata comincerà con tutta calma. Che modo migliore di iniziare la giornata se non al Jardim Botânico, circondati dalla frescura delle piante e lontani dal brusio della città. 

Giardino botanico di RioGiardino botanico di RioGiardino botanico di RioGiardino botanico di Rio

Creato all’inizio del XIX secolo dal re João VI, questo giardino è tanto vasto quanto delicato, e ospita più di 6000 specie vegetali. Il quartiere che ospita il Jardim, e che ne prende il nome, è uno dei più calmi e dei più verdi di Rio; anche qui si trova qualche perla, come la residenza del Parque Lage, sopra alla quale si trova la foresta tropicale e il Corcovado. 

Pranzo: ristorante pro kilo, il menù su misura

Se non hai voglia di perderti nei meandri di un menù in portoghese, i ristoranti pro kilo sono per te. L’idea è semplice: è un buffet dove puoi scegliere cosa mettere nel piatto, e poi paghi il conto in base al peso. 

Buffet di un ristorante pro kiloBuffet di un ristorante pro kiloBuffet di un ristorante pro kiloBuffet di un ristorante pro kilo

Divertenti, di qualità e facili da trovare, questi locali sono perfetti per assaggiare tutte quelle specialità che forse sarebbero passate inosservate su un menù classico.

Pomeriggio: giro in bici in spiaggia 

Leme, Copacabana, Ipanema, Leblon: questi nomi non fanno sognare? Fai bene a fantasticare, le spiagge di Rio sono stupende e piene di vita. Se vuoi esplorarle tutte a piedi preparati per una bella camminata: dalla stazione #1 di Leme alla #12 di Leblon si contano almeno 8 chilometri di lido…

La pista ciclabile che costeggia le spiagge di RioLa pista ciclabile che costeggia le spiagge di RioLa pista ciclabile che costeggia le spiagge di RioLa pista ciclabile che costeggia le spiagge di Rio

Ma c’è un’astuzia! Proprio dietro a questa spiaggia urbana unica al mondo c’è una pista ciclabile che potrai percorrere insieme ad altri ciclisti, runner e skater. Durante il giro potrai fare una pausa in uno dei kiosque per prendere un succo di cocco, oppure fare un salto in uno dei grandi palazzi in riva al mare, o fare un tuffo in acqua.

Sera: tramonto all’Arpoador

Tra Copacabana e Ipanema, la spiaggia dell’Arpoador è sovrastata da un promontorio da cui potrai avere una vista magica sul sole che si tuffa nell’oceano. Uno spettacolo giornaliero apprezzatissimo dai visitatori ma soprattutto dai carioca, che vengono in famiglia o tra amici per ammirare i colori fuori da questo mondo che tingono di colpo la città e la spiaggia. Quando il sole scende sotto l’orizzonte, un giro di applausi è d’obbligo. Sicuramente ben meritato. 

Tramonto a Arpoador, Rio de JaneiroTramonto a Arpoador, Rio de JaneiroTramonto a Arpoador, Rio de JaneiroTramonto a Arpoador, Rio de Janeiro

Dopo questo dolce assaggio di vita carioca è dura non innamorarsi di Rio, ma ancora più difficile sarà partire… In Brasile però ti aspettano tante altre sorprese: contatta un operatore locale di Evaneos per creare l’itinerario su misura adatto a te. 

Più ispirazione