Covid-19 - Dove partire?Scopri le destinazioni
Destinazioni
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?
Arkhangai

Arkhangai (Mongolia)

Informazioni utili su Arkhangai

  • Benessere & Relax
  • Incontri locali
  • Riserva Naturale / Osservare la Fauna / Safari
  • Escursioni / Trek
  • Campagna
  • Montagna
  • Fiumi
  • Lago
  • Cascate
  • Cavallo
  • Luoghi o Monumenti religiosi
  • Sito archeologico
  • Patrimonio Mondiale dell'Unesco
  • Da non perdere
4 / 5 - 2 recensioni
Come andarci
A 7 ore di autobus da Ulan Bator
Quando partire?
Fuori stagione turistica
Quanto tempo?
Una settimana

Arkhangai: Recensioni dei viaggiatori

Marc Sigala Grande viaggiatore
70 recensioni scritte

La regione centrale dell'Arhangay, è una zona di transizione dal soffocante deserto del Gobi a Sud, alla taiga siberiana a Nord. Si compone di foreste (rare in Mongolia), steppe, e un misto di valli e aspre montagne.

Il mio consiglio:
La città di Tsetserleg è un buon punto di partenza per visitare la regione. Il luogo ha i suoi punti di forzamolti punti di interesse, e ti permetterà di proseguire tranquillamente i tuoi peregrinaggi nella zona.
La mia opinione

L'Arhangay è una regione interessante ​​nella prosecuzione del tuo viaggio in Mongolia. Situato nella parte Sud, il massiccio del Khangai, il cui punto più alto sorge a 3300 metri, è abbastanza accessibile. Prima di arrivare, sono stato alle sorgenti calde di Tsenkher, che ti consiglio di visitare. E' possibile raggiungerlo in taxi da Tsetserleg, ma volendo con un po' di motivazione ci si può arrivare anche in bicicletta (si trova a poco meno di 30 km).

Tra le cose più interessanti della zona, ti consiglio il parco nazionale di Tsagaan Nuur Khorgo-Terkhiin, ad Ovest, sede del famoso grande lago bianco (Tsagaan Nuur Terkhiin), un grande lago d'acqua dolce circondato da terra lavica e foreste di pini, un'atmosfera fantastica. Avrai anche la possibilità di visitare il Parco Nazionale di Khanai Nuruu, molto a sud di Tseterleg, anche questo molto bello.

Le piane di Arhangay
Charlotte Rapp Grande viaggiatore
14 recensioni scritte

L'Arhangaj è un magnifico aimag, o provincia, del centro della Mongolia, ricco di laghi e foreste. Il suo nome mongolo può essere tradotto come Hangaj del Nord, perché ingloba la parte alta della catena dei monti Hangaj. 

Il mio consiglio:
Scegliti un buon cavallo, è il modo più naturale e più semplice per entrare nel cuore di questo luogo fantastico e incontrare il suo eccezionale popolo.
La mia opinione

Partendo dalla capitale Cecerleg, ho percorso l'Arhangaj per due mesi e ne serbo un ricordo fuori dal comune, un senso di libertà e di umiltà di fronte alle sue immense distese abitate solo dai suoi nomadi.

Il nome Hangaj in lingua mongola descrive un ecosistema di steppe boscose con conifere e qualche latifoglia. Questa steppa piatta, incorniciata da immense falesie scoscese, a volte tagliate da profondi canyon, lascia posto, più a sud, a montagne ricche di laghi e fiori o, ancora, a incredibili formazioni vulcaniche che sembrano spinte fuori dalle viscere della terra. Provincia della valle dell'Orkhon, attraversata dai fiumi Chuluut e Tamir, annovera anche molte fonti termali e un vasto patrimonio culturale.

I canyon e i grandiosi paesaggi dell'Arhangaj sono come il loro paese: si sa quando si arriva ma non quando si ripartirà... Quindi prudenza! Attenzione anche all'acqua, perché se in certi posti scorre fresca e cristallina, altrove sarai sorpreso da corsi d'acqua prosciugati, dove miliardi di mosche e zanzare girano sopra un'acqua lurida!  

Libertà sull'Arhangaj
Esperienza aggiunta!
Aggiungi altre esperienze al tuo progetto prima di inviarlo all'agenzia locale
Scopri il tuo progetto di viaggio