Covid-19 - Dove partire?Scopri le destinazioni
Destinazioni
Le migliori destinazioni in Nord America
Le migliori destinazioni in Medio Oriente
Altre destinazioni in Medio Oriente
Dove partire?
  • Con chi parti?
  • Cosa vuoi fare?
  • Quando parti?
  • Che tipo di viaggio cerchi?

Eric e Yvan, cofondatori di Evaneos: “Il 2020 ha accelerato la trasformazione dei viaggi”

Da Evaneos,

Eccoci dunque alla fine del 2020, che nel corso dei mesi ha aperto uno scenario completamente folle - quello di un'epidemia che si pensava fosse stagionale e locale, che è diventata una pandemia globale. Questa crisi sanitaria ha profondamente scosso il mondo in generale e il settore del turismo in particolare. Come hanno fatto i cofondatori di Evaneos a superare questo periodo? Che insegnamenti ne hanno tratto? Intervista in piena trasparenza.
Coppia di viaggiatori e guida locale a cavallo in Costa RicaCoppia di viaggiatori e guida locale a cavallo in Costa RicaCoppia di viaggiatori e guida locale a cavallo in Costa RicaCoppia di viaggiatori e guida locale a cavallo in Costa Rica

Abbiamo chiesto a Eric La Bonnardière e Yvan Wibaux, cofondatori di Evaneos, di raccontarci come hanno vissuto nel 2020, le risposte che vogliono portare ai viaggiatori quando usciranno dalla crisi e di descrivere il loro stato d'animo mentre il 2021 si avvicina. Ecco i loro sentimenti e pensieri:

Come avete vissuto il 2020, come professionisti in materia di viaggi e viaggiatori appassionati?

Yvan: Sono successe talmente tante cose, quest'anno! A livello personale, la cosa più difficile è stata non poter viaggiare. Per me, in generale, il viaggio è apertura, la possibilità di sognare. E a questo, non potendo più viaggiare, si sono aggiunte le restrizioni sanitarie, limitando notevolmente le nostre possibilità di evasione.

Yvan Wibaux et Eric La Bonnardière, cofondateurs d'EvaneosYvan Wibaux et Eric La Bonnardière, cofondateurs d'EvaneosYvan Wibaux et Eric La Bonnardière, cofondateurs d'EvaneosYvan Wibaux et Eric La Bonnardière, cofondateurs d'Evaneos
Yvan ed Eric, cofondatori di Evaneos

In quanto leader dell'azienda ci siamo subito detti che dovevamo avere la capacità di reagire rapidamente e di cogliere questa opportunità per sviluppare altre cose. Abbiamo attraversato due fasi:

  • Una prima fase a inizio crisi, quando eravamo in modalità reattiva. Siamo abituati alle crisi del turismo e quindi la nostra priorità era pensare ai nostri viaggiatori che erano a destinazione e a tutti quelli che stavano per partire. I team di Evaneos si sono immediatamente mobilitati per rimpatriare i viaggiatori e aiutare gli altri a rimandare il viaggio.

  • Una seconda fase in cui abbiamo visto che la crisi sarebbe durata. Abbiamo dovuto fare un passo indietro per prepararci al futuro e prendere alcune decisioni difficili a livello umano, tra cui la riduzione delle dimensioni del nostro team.

Tutto questo è stato fatto con una forte convinzione: per far sì che dopo la crisi avremo la capacità di riprenderci, saremo presenti con il nostro concetto di viaggio responsabile che portiamo avanti da diversi anni, promuovendo i valori umani che fanno la differenza. Per noi, quindi, la crisi ha accelerato le tendenze di fondo e posiziona Evaneos nel modo migliore per essere protagonista di questa trasformazione.

Artisans vietnamiens fabriquant des objets en osierArtisans vietnamiens fabriquant des objets en osierArtisans vietnamiens fabriquant des objets en osierArtisans vietnamiens fabriquant des objets en osier

Eric: Quest'anno è stato davvero un anno assolutamente imprevedibile, un vero e proprio tsunami che ha scosso il mondo a tutti i livelli, prima di tutto umano, ma anche sociale ed economico. Tante persone sono state colpite dalla malattia, ma anche dalle conseguenze economiche della crisi sanitaria, dagli effetti psicologici del confinamento...

Come imprenditore, ho potuto misurare la resilienza del business che abbiamo creato. Credo più che mai nella sua sostenibilità a lungo termine e nel fatto che il nostro progetto risponde a un'esigenza che probabilmente crescerà: la necessità di fare viaggi significativi, viaggi che trasformano. E dopo il Covid, penso che questa necessità sarà ancora più forte tra i viaggiatori. Quindi oggi sono ottimista per il futuro

A titolo personale, avevo programmato di fare molti viaggi quest'anno. Nei 10 anni dalla fondazione di Evaneos, questo sarebbe stato l'anno in cui avrei viaggiato di più con i miei figli, ora che sono abbastanza grandi per farlo. Non ho avuto il buon istinto nella pianificazione [ride].


Nonostante questo, sono riuscito comunque ad andare in Marocco a febbraio e in Egitto il giorno di Ognissanti, due viaggi meravigliosi dove abbiamo avuto grandi opportunità perché non c'era nessuno. Esperienze con una vera visione locale, luoghi in cui siamo stati accolti molto bene da persone con cui abbiamo potuto creare legami e grazie alle quali abbiamo potuto viaggiare in modo diverso. Bei momenti di luce e di evasione in questo periodo così complicato.

Eric avec des pêcheurs sur le Nil en EgypteEric avec des pêcheurs sur le Nil en EgypteEric avec des pêcheurs sur le Nil en EgypteEric avec des pêcheurs sur le Nil en Egypte
Eric in compagnia di due pescatori durante il suo viaggio in Egitto
Felouque sur le Nil en EgypteFelouque sur le Nil en EgypteFelouque sur le Nil en EgypteFelouque sur le Nil en Egypte
Una felucca sul Nilo, ottobre 2020

Volevo anche sottolineare che abbiamo ricevuto molte testimonianze positive e incoraggiamenti da parte di agenzie e viaggiatori. Nel complesso, si sono sentiti sostenuti dai vari team di Evaneos durante questa crisi, soprattutto per il rinvio dei viaggi, che non è un argomento facile da spiegare.


La maggior parte della nostra comunità ha mostrato una forte solidarietà con Evaneos e le nostre agenzie locali che avevano bisogno di questi rinvii per guardare avanti. Desideriamo ringraziarli calorosamente per il loro sostegno. E ora riceviamo un sacco di messaggi dai viaggiatori che dicono: "Ho voglia di viaggiare, non vedo l'ora!". Questo ci rende molto ottimisti, perché non appena sarà possibile, ci saranno molti viaggiatori che verranno a prenotare con le nostre agenzie locali, che non aspettano altro.

Edoardo, agent local Evaneos en OugandaEdoardo, agent local Evaneos en OugandaEdoardo, agent local Evaneos en OugandaEdoardo, agent local Evaneos en Ouganda
Edoardo, agent local Evaneos in Uganda
Sabina, agente locale Evaneos en OuzbékistanSabina, agente locale Evaneos en OuzbékistanSabina, agente locale Evaneos en OuzbékistanSabina, agente locale Evaneos en Ouzbékistan
Sabina, agente locale Evaneos in Uzbekistan

A livello globale, questa crisi ci ha portato a ripensare profondamente ai nostri stili di vita, sia in termini di relazioni sociali che di rapporto con la natura, modo di consumare... Qual è la risposta di Evaneos alle nuove aspettative dei viaggiatori?

Eric e Yvan: In effetti, questa crisi sta accelerando la consapevolezza delle derive dei nostri modelli di consumo, compresi i viaggi. Uno dei fondamenti di Evaneos è quello di proporre un concetto che ci permette di viaggiare in modo più responsabile, di distribuire meglio i benefici economici del turismo nelle destinazioni locali, di promuovere un turismo meno invasivo, di immergersi nello stile di vita delle popolazioni locali, di capire e imparare, insomma, di dare un senso al viaggio. Tutto quello che abbiamo costruito finora crescerà in modo esponenziale dopo la crisi, perché è proprio a questo che aspirano i viaggiatori di domani.

Abbiamo quindi intensificato i nostri sforzi in questa direzione per tutto il 2020, sulla base di diversi temi principali:

  • rafforzare il ruolo delle agenzie locali e sviluppare le economie locali

  • approfondire il lavoro sull'offerta di viaggio in modo che sia più in linea con ciò che i viaggiatori vogliono (andare meno lontano e scoprire meglio le destinazioni) seguendo il nostro obiettivo di offrire un viaggio positivo per tutti gli stakeholder, ovvero l'ambiente, i viaggiatori e le agenzie locali.

Abbiamo anche deciso di misurare il nostro impatto dotandoci di strumenti solidi:

  • dei punteggi per garantire l'allineamento di tutti i nostri partner locali con le nostre ambizioni di qualità, impatto positivo locale e soddisfazione del cliente.

  • la certificazione B Corp, riferimento conosciuto a livello internazionale che riunisce le comunità di attori che lavorano nello stesso senso secondo criteri molto precisi ed esienti che ci obbligano a migliorare.

Con quale stato d'animo vi state avvicinando al 2021? Quali sono, per voi, i segnali di ottimismo?

Eric: Mentre parliamo, ci sono già segnali positivi che ci permettono di tornare a viaggiare, soprattutto a Natale, il che ci rende ancora più ottimisti per la prossima primavera e l'estate. Il mio consiglio ai viaggiatori è di informarsi, soprattutto sul sito web di Evaneos e presso le nostre agenzie locali. Ci sono attualmente 55 paesi in cui è già possibile viaggiare. Questo è solo l'inizio e speriamo di poter viaggiare ovunque una volta che il vaccino sarà in Europa e le destinazioni accetteranno i viaggiatori europei sul loro territorio.

Un ranger dans un parc animalier africainUn ranger dans un parc animalier africainUn ranger dans un parc animalier africainUn ranger dans un parc animalier africain

Vedo il prossimo anno come una pagina bianca su cui scrivere una nuova storia per Evaneos, per chi viaggia con noi, per le agenzie locali. Questa pagina bianca è uno spazio di libertà che ci permetterà di andare più velocemente sui nostri progetti, di migliorare i nostri servizi, i nostri strumenti, di far viaggiare le persone ancora meglio e di farle riflettere sulle ragioni del viaggio.

Forse il tempo di preparazione per i viaggi sarà un po' più lungo perché non sempre sapremo se possiamo andare, se dobbiamo andare. Questa aspettativa può creare una forma di eccitazione e permettere di affrontare il proprio viaggio in modo diverso, non più come una comodità ma come un momento eccezionale. E' anche l'occasione per creare un rapporto più empatico con gli agenti locali che vivono situazioni difficili a causa dell'assenza di turisti, ma che hanno anche la possibilità di creare esperienze ancora più forti, ancora più fuori dai sentieri battuti in questo contesto.

Group of tourists in Tolar GrandeGroup of tourists in Tolar GrandeGroup of tourists in Tolar GrandeGroup of tourists in Tolar Grande

Yvan: Penso che il piacere di viaggiare sarà molto più grande dopo un anno passato a non potersi muovere. La magia del viaggio sarà dieci volte più forte del solito, il desiderio dell'ignoto e la curiosità saranno più presenti che mai il prossimo anno. C'è anche tutta la riflessione che stiamo facendo intorno al viaggio responsabile che trovo davvero emozionante. Questo ci permetterà di migliorare la qualità dei viaggi che offriamo, di rafforzare il ruolo delle agenzie locali come responsabili delle attività che i viaggiatori cercano e che danno ai viaggi questo lato magico.

Un homme en arrière-plan d'un essaim de papillonsUn homme en arrière-plan d'un essaim de papillonsUn homme en arrière-plan d'un essaim de papillonsUn homme en arrière-plan d'un essaim de papillons

Sarà inoltre necessario essere attenti a nuovi elementi che sono diventati importanti agli occhi dei viaggiatori: la sicurezza sanitaria, le condizioni di rimpatrio in caso di chiusura di una destinazione, la possibilità di annullare un viaggio, il cambio di destinazione. Il quadro dei viaggi sta cambiando e le persone avranno sempre più bisogno di partire con un partner di fiducia.

Per finire, cosa augurate ai viaggiatori della community Evaneos per l'anno 2021?

Eric: Innanzitutto, un buon 2021, migliore del 2020 naturalmente e con più viaggi. Auguro che il 2021 sia un anno di rilancio personale pieno di energia. Che tutti possano trovare nel viaggio quella boccata d'aria così vitale. Per usare un'espressione del momento, mi sembra che il viaggio sia una necessità fondamentale che spero sia di nuovo accessibile. Auguro a tutti di essere curiosi e di scoprire il mondo, sia esso vicino o lontano, senza sensi di colpa.

Yvan : Per me, il 2020 è stato un anno di costrizioni, di chiusure... e allora io auguro a tutte e a tutti un 2021 pieno di apertura e libertà. Approfittate del prossimo anno per vivere e viaggiare, perché il viaggio è un'incredibile fonte di energia.